ANNO 19 n° 290
Il candidato Francesco Bigiotti risponde alle domande di Uil Scuola

 

VITERBO - Riceviamo e pubblichiamo da Francesco Bigiotti:

In queste ore ho letto con attenzione quanto scritto da Silvia Somigli, segretaria generale Uil Scuola Viterbo. Domanda, giustamente, cosa i candidati alle elezioni politiche e regionali del Viterbese intendono dire in campagna elettorale sulla scuola, ''prendendosi poi la responsabilità di difendere questo valore una volta eletti al Parlamento o al consiglio regionale''.

Come candidato alle regionali del 4 marzo, con la Lista Civica Nicola Zingaretti Presidente, mi sono sentito in dovere di dare la mia risposta. Convinto che anche gli altri candidati lo faranno a breve, come segnale quantomeno di rispetto verso un asset strategico della nostra società.

E con questa definizione di ''scuola come asset strategico'' credo di aver detto abbastanza su come la penso sulla tematica in questione. Sono convinto che la scuola sia il luogo dove si costruisce il futuro e che se vogliamo che questo sia positivo e giusto e libero e prospero occorre investire parecchio. In persone, in strutture, in tecnologia e tanto altro.

Nel mio piccolo, come sindaco di Bagnoregio, ho cercato di stare vicino alla scuola del mio territorio. L'amministrazione comunale che guido ha lavorato per rendere gratuito il servizio scuolabus e la mensa scolastica per i nostri ragazzi.

Abbiamo lavorato per unire in un solo polo la scuola elementare e la media, in una struttura ottima. Con degli spazi di qualità, curati e come Comune siamo intervenuti per fare nuovo il pavimento della palestra.

Siamo stati al fianco dell'Istituto Omnicomprensivo Fratelli Agosti per ogni richiesta di finanziamento a livello regionale o europeo. Il Comune ha pagato anche un'insegnante a sostegno di quelle già esistenti, sia lo scorso anno che quest'anno ed è intervenuto a sostegno della didattica domiciliare per un alunno che ha avuto problemi di salute.

Mi candido ad aprire un dialogo con il mondo della scuola, partendo da questi segnali di consapevolezza dell'importanza che questo mondo ricopre all'interno delle nostre comunità e della società in genere. Sono a disposizione per incontri, ora e in futuro. Torno a ringraziare, ancora una volta Silvia Somigli per le preziose domande poste e per cercare di mettere al centro dell'agenda elettorale il fondamentale tema della scuola.




Facebook Twitter Rss