ANNO 20 n° 263
Foto successiva
Bike, le firme di Di Marco e Tuia alla Gran fondo
Hanno dominato la prova maschile e femminile

VITERBO - La nona edizione della Granfondo dell’Est!Est!!Est!!! è andata in archivio con circa 400 atleti al via in una domenica torrida con temperature oltre i 40 gradi: condizioni climatiche che hanno messo a dura prova tutti i partecipanti.

La manifestazione è stata anche quest'anno il top event della settimana ciclistica falisca dedicata alle ruote grasse, che è iniziata con la gara di Baby Cross Country, seguita dalla prova del venerdì della cronoabilità intitolata a Jacoponi Antelio.

La gara era valevole come ultima prova della Maremma Tosco-Laziale nonché inserita nel circuito Xcp Cup Mtb Lazio che, ogni anno, coinvolgono migliaia di appassionati della mountain bike del Centro-Sud Italia.

Con una grande e perentoria prestazione nella gara regina di 41 chilometri, l’atleta del Race Mountain Professional Team Davide Di Marco ha colto il terzo successo assoluto in questa manifestazione, l’ultimo ottenuto grazie ad un attacco nel finale di corsa che gli ha permesso di distanziare Roberto Crisi (Kento Racing Team) e l’ex campione italiano Marco Cellini (Cicli Taddei) che hanno completato il podio assoluto di giornata.

Da sottolineare l’ottima prova dello juniores Eros Capati dominatore della propria categoria (con ampio margine davanti a Samuele Giuseri della Firefox Team Amaseno, Patrizio Leoni della Scott Rc New Limits e Matteo Torrioni della Mtb Tuscia Vittorio Bike) e soprattutto ottimo quarto assoluto sul traguardo di Montefiascone, dopo aver aiutato a lungo il suo compagno di squadra per la vittoria finale.

In campo femminile affermazione della neo campionessa italiana del cross country Maria Adele Tuia (Centro Italia Bike Montanini) che è riuscita a mettersi alle proprie spalle le più quotate pretendenti al successo come Nina Gulino (Team Bikes Ragusa Frw) e Vanessa Casati (Team B Mad).

Sul percorso della pedalata ecologica di 22 chilometri, non competitiva, si è affermato Alessio Buraccioni, classe 1994, della Scuola Indoor Cycling.

I primi tre assoluti maschili e femminili sono state subito premiate con trofei nello splendito scenario dell’arrivo posto in Piazza Vittorio Emanuele, alla presenza dell’Assessore allo sport Fernando Fumagalli e del presidente del gruppo ciclistico Roberto Cappannella.

La restante premiazione, con premi per i primi dieci classificati delle categorie master e i primi cinque delle categorie open e juniores, si è svolta presso il palazzetto dello sport ed è stata preceduta da un minuto di raccoglimento in memoria di Sandro Vignanelli, cui è dedicata la gran fondo. Era presente la vedova, sig.ra Loretta, cui il gruppo ciclistico per l’Est!Est!!Est!!! ha donato una targa di riconoscimento.

Alla premiazione finale erano presenti gli assessori Giorgio Cacalloro e Domenico Batinelli, in rappresentanza del Comune di Montefiascone, nonché Mirco Marianello, in rappresentanza del main sponsor BCC di Roma.

LE VOCI DALLA CORSA

Davide Di Marco, di Ascoli Piceno, quarta vittoria stagionale, azzurro della marathon nella stagione agonistica 2011: “Il percorso quest’anno presentava alcune modifiche nella prima parte, rendendolo più veloce. Ho atteso così il finale di corsa dove erano presenti due ripide salite per attaccare e distanziare, come poi sono riuscito a fare, Crisi e Cellini. Sono molto felice di questo nuovo successo stagionale e del tris di vittoria alla GF Est Est Est. Ora l’obiettivo è continuare così anche nei prossimi appuntamenti in programma”.

Roberto Crisi, di Rieti, vice campione italiano under 23 di cross country nel 2009, vincitore a Montefiascone nel 2011, in stagione a segno alla Granfondo dell’Argentario: “La gara è stata molto dura, soprattutto per il caldo. È venuta una gara molto tirata sin dall'inizio. Dopo un po' ci siamo avvantaggiati io, Di Marco e Cellini. Sulla penultima salita di giornata è avvenuta un po' la selezione e Di Marco è riuscito a guadagnare quei 15-20 secondi che non sono più riuscito a recuperare”.

Marco Cellini, di Frosinone, 5 vittorie in stagione, campione italiano cross country, marathon e d’inverno nel 2011: “É stata una buona gara, abbiamo imposto un buon ritmo nella prima parte di gara rimanendo in tre al comando. La selezione finale é avvenuta sulla penultima salita di giornata dove mi sono ritrovato un po’ in debito di liquidi ed ho perso contatto con Di Marco e Crisi. Sono contento del mio terzo posto dietro a dei campioni e soprattutto amici come Roberto e Davide. Ringrazio inoltre gli organizzatori per la loro gentilezza”.

Maria Adele Tuia, di Civita Castellana (Viterbo), campionessa europea del ciclocross in carica oltre al tricolore cross country recentemente conquistato a Nemi: “Una vittoria sofferta per il gran caldo e il peso della maglia tricolore si è fatto sentire. Una gara adatta alle mie caratteristiche con un percorso abbastanza veloce. Sono partita con un po’ di ansia, ho ingranato bene col passare dei chilometri fino a vincere”.

Nina Gulino, di Ragusa, recente vice campionessa italiana di cross country a Nemi nella categoria élite master donna: “Percorso divertente e abbastanza scorrevole con brevi salite e tanto caldo ma sulle gambe si sono fatti sentire gli ultimi tre chilometri dove ho superato Vanessa Casati”.

Vanessa Casati, nativa di Selvatelle (Pisa), residente a Civitavecchia (Roma), vice campionessa italiana di ciclocross nel 2011: “Una caduta a 10 chilometri dall’arrivo mi ha impedito di occupare la seconda posizione visto che sono stata superata da una brava Nina Gulino. Il podio me lo sono meritato, l’importante era non farsi troppo male anche in proiezione del prossimo appuntamento agonistico con la 24 Ore di Roma che sto preparando in maniera certosina”.




Facebook Twitter Rss