ANNO 20 n° 263
Foto precedente
Foto successiva
''La nostra missione è divertire''. Presentata la Ilco Stella Azzurra (Foto)
Valorizzare ii giovani e riempire il palazzetto dello sport gli obiettivi

di Domenico Savino

 

Divertirsi e far divertire. Con questo intendimento riparte la Ilco Stella Azzurra basket Viterbo. La squadra partecipa al campionato di divisione nazionale di serie C (DNC) ed è la prima società cestistica viterbese a livello maschile che milita in un campionato nazionale. Dopo un anno di apprendistato in categoria il sodalizio che è sponsorizzato dalla Ilco di Piero Camilli (politico viterbese che ha investito nel calcio a Grosseto e ora sta proseguendo l’avventura nella palla a spicchi) vuole fare il grande salto di qualità: partendo dai giovani e riempiendo il palazzetto dello sport di via Monti Cimini che deve ribollire di tifo in questa stagione.

Per far questo la presidente stellina Mirella Toni ha deciso di affidarsi ad una vecchia conoscenza del basket di Tuscia, Pierpaolo Pasqualini che ha svestito i panni del giocatore e ha preso fischietto e lavagnetta in mano per guidare i biancoazzurri. L’ex coach Orlando Orchi è andato nel settore giovanile ad allenare i piccoli dell’under 13. Perché quest’anno il vivaio della Stella deve essere il fiore all’occhiello della società di via Oslavia.

E’ il direttore tecnico Fabio Bernini che ha elencato, durante la conferenza di presentazione del roster, i campionati nei quali militeranno i piccoli cestisti: ''La Stella Azzurra ha il più florido settore giovanile della provincia viterbese – ha sottolineato - un vivaio che comprende oltre 230 ragazzi che partecipano a tutti i tornei elite regionali: l’under 15 l’under 17 sono stae affidate a Lillo Ferri, l’under 21 è tra le sapienti ani di Gianni Santi, i ’97 sono diretti da Carlo Calfapietra. La speranza è che questo lavoro che facciamo con grande passione ci porti grandi soddisfazioni''.

Poi è stato il vice presidente Fabrizio Gatti che ha parlato della squadra e delle prospettive della Ilco per la stagione 2012/2013: ''Se lo scorso anno ho esordito dicendo che la Stella Azzurra ha consentito alla città di Viterbo di ritornare nel basket nazionale quest’anno dico che la storia continua. E da parte della società c’è tutta l’intenzione di mantenere e rafforzare questo ruolo. Da matricola quale eravamo ora siamo diventati una bella realtà e l’obiettivo per questa stagione è fare un campionato di prima fascia con u n gioco piacevole e divertente per noi stesso e per chi ci verrà a vedere al palazzetto''.

Quindi un appello alla vecchia guardia che conosce il mondo Stella Azzurra e che deve ai nuovi arrivati la filosofia dei biancoazzurri: ''Senza gruppo le individualità non contano''. Ha sentenziato Gatti. E un monito ai giovani: ''Dimostrare agli altri che con il sacrificio e al passione tutti possono arrivare in prima squadra''.

Pierpaolo Pasqualini ha concluso gli interventi scendendo sull’aspetto tecnico: ''E’ la prima esperienza ed anche per me è una scommessa. Ma ci metterò tutto l’impegno possibile. Non sono abituato a fare promesse, ma dico che non mancherà mai impegno, il lavoro e sono stati acquistati i giocatori giusti nei ruoli giusti. Chi temo di più tra le avversarie? Sicuramente Marino e Aprilia, ma Viterbo può giocarsela con tutti''.

Facebook Twitter Rss