ANNO 20 n° 260
Spara quindici colpi a salve contro i carabinieri, arrestato pregiudicato

ORTE - Intorno alle 22,40 alcuni cittadini hanno contattato l’utenza telefonica del 112 allarmati per i rumori provenienti dalla casa di un noto pregiudicato cinquantenne, R.T.. Giunti immediatamente sotto l’appartamento dell’uomo, i carabinieri, nonostante il fracasso provocato da radio e televisione ad altissimo volume, hanno sentito l’uomo urlare a squarciagola. Invitato a scendere dai militari, non appena si è accorto della pattuglia sotto casa, dapprima ha iniziato ad inveire contro di loro urlando di andarsene, poi ha gettato contro i militari diversi bottiglie tanto da costringerli a rifugiarsi dietro l’auto. A quel punto ha preso una pistola, l’ha puntato contro i militari e ha iniziato a sparare colpi. Una quindicina in totale.

I carabinieri in servizio hanno chiamato i rinforzi che, giunti sotto casa dell’uomo, hanno provveduto a bloccare la piazza e mettere in sicurezza i cittadini che si trovavano lì in quel frangente. Hanno provato a farlo desistere, ma l’uomo ha continuato a inveire contro di loro e minacciandoli di scendere e di fargliela pagare. Sempre con la pistola in pugno.

Dopo qualche istante, però, l’uomo, disarmato, è sceso. E’ stato bloccato dai militari che hanno poi perquisito la casa. Lì i carabinieri hanno trovato la pistola e le cartucce usate dall’uomo. L’arma è risultata essere una pistola a salve calibro 380 priva di tappo rosso. Al termine della perquisizione i miliari hanno anche trovato 8 proiettili, 10 bossoli e due coltelli. Il materiale è stato posto sotto sequestro.




Facebook Twitter Rss