ANNO 18 n° 204
Al quarto mese senza stipendio
Striscioni di protesta lungo tutta la via che conduce alla Nuova Santa Teresa
26/07/2013 - 04:00

VITERBO – I lavoratori delle Nuova Santa Teresa e della Casa di cura di Nepi, entrambe del Gruppo Ro.Ri. della famiglia Angelucci, da quattro mesi sono senza stipendio. Si tratta di oltre 180 persone, quasi tutte con famiglia, che stanno affrontando una situazione durissima di cui, peraltro, ancora non si intravedono sbocchi risolutivi.

Ieri l’ennesima protesta lungo il viale che dalla Tuscanese conduce alla Nuova Santa Teresa, dove i lavoratori hanno issato le bandiere con le sigle sindacali e affisso cartelloni e striscioni fino all’atrio della clinica.

Di recente i lavoratori sono stati ricevuti dal prefetto che ha interessato della vertenza anche il direttore generale della Asl di Viterbo e la cabina di regia della sanità del Lazio. Ma fino a questo momento risposte non ce ne sono state ed è trascorso quasi un altro mese, il quarto, senza stipendio.

Ma il pericolo più grave deriva dalla situazione di incertezza in cui si troverebbero anche i medici. Alcuni di loro se ne sarebbero già andati, altri sarebbero seriamente intenzionati a farlo.

Il disagio dei lavoratori ed i rischi che si stanno correndo a livello occupazionale hanno indotto anche i sindacati a spingere avanti la protesta e a dare il loro pieno appoggio anche all’iniziativa di ieri pomeriggio.

Ora sindacati e lavoratori vorrebbero che della questione si interessassero anche il sindaco e la nuova giunta comunale e per questo starebbero chiedendo un appuntamento a Palazzo dei Priori e programmando altre manifestazioni in piazza del Comune.

Facebook Twitter Rss