ANNO 20 n° 51
Busta con proiettili al Comune di Nepi
Recapitata ieri mattina, era indirizzata al geometra Vittorio Erasmi
07/06/2013 - 19:20

VITERBO – Sono i carabinieri della Compagnia di Ronciglione, guidati dal maggiore Guglielmo Trombetta, ad indagare sulla busta contenente due proiettili calibro 38 e minacce indirizzate a Vittorio Erasmi, geometra del Comune di Nepi.

Stando a quanto si apprende il plico è arrivato ieri mattina nel palazzo dell’amministrazione e subito sono stati allertati i militari dell’Arma.

“Se non la smetti a pagarne le conseguenze sarà la tua famiglia. La prossima volta i proiettili te li ritrovi in fronte”. Così c’era scritto nella lettera.

Già nell’ottobre 2012, all’ufficio tecnico del Comune nepesino, era arrivata un’altra busta con un solo proiettile già esploso. In quel caso, il gesto di un mitomane non fu escluso ma, stavolta, Erasmi, padre di due figli, comincia ad aver paura.

Chi ha interesse ad intimare al geometra di “farla finita”. Va detto innanzitutto che negli ultimi tempi Nepi, con i suoi quasi diecimila abitanti, ha vissuto una grande trasformazione urbanistica, destinata a far aumentare nuove lottizzazioni. E, quindi, l’ufficio tecnico è chiamato a dirimere sempre più questioni e contestazione. Come la bufera scatenata sulla gestione della piscina comunale, faccenda a dir poco spinosa sbrogliata dall’amministrazione comunale proprio attraverso l’ufficio tecnico. Una vicenda tacciata dall’opposizione come una «farsa» con tanto di «avvocati, carabinieri, ricorsi, lucchetti, complotti, vigilantes, lavori fatti, soldi spesi e forse da restituire» messi in campo. E nella quale l’ufficio tecnico ha dovuto tenere il pugno duro per dare esecuzione allo sfratto dei precedenti gestori e il rientro del bene nel possesso del Comune.

Per ora la denuncia relativa alla busta recapitata ieri è stata presentata contro ignoti ma, già all’inizio della prossima settimana, pare che Erasmi tornerà in caserma per sottoporre ai carabinieri una lista di eventuali nomi sospetti.




Facebook Twitter Rss