ANNO 18 n° 146
Cento anni di nonna Giovanna
La città di Viterbo le fa festa
Il sindaco Michelini le ha conegnato una targa celebrativa
03/03/2016 - 10:56

VITERBO – La porta la apre lei, con uno slancio e un’energia da bambina fa gli onori di casa e accoglie gli ospiti. A guardarla e a parlarci non sembra affatto che oggi compia 100 anni: è Giovanni Sapio Cappelli, un secolo e non sentirlo. La nonnina viterbese oggi spegne 100 candeline e di buon mattino ha ricevuto, nella sua casa di Villanova dove vive tranquillamente da sola, la visita del primo cittadino del capoluogo Leonardo Michelini e della consigliera comunale Daniela Bizarri, che le hanno portato in dono un mazzo di fiori e una targa celebrativa da parte dell’amministrazione e della Città di Viterbo. Con lei anche una delle due figlie, Stefania e Luciana, e Simonetta, una dei tanti, tantissimi nipoti che in questi 100 anni hanno arricchito la vita di Giovanna.

 

Se lo porta splendidamente, questo secolo, la signora Sapio. Non dimostra affatto l’età che ha: mente lucidissima, corpo di una donna più giovane di almeno 20 anni, battuta pronta, risposta brillnte. Cura la sua casa da sola, e l’ordine e la precisione che vi regnano mostrano l’energia che questa bella centenaria viterbese mette ancora in ciò che fa. Sta al passo coi tempi, nonna Giovanna, naviga su internet, frequenta il centro polivalente La Torre di Bagnaia (che oggi pomeriggio ha organizzato una festa in suo onore), non perde un colpo e ricorda alla perfezione ognuno dei tantissimi episodi di vita vissuta di cui è stata protagonista in questo lungo secolo, dalla seconda guerra mondiale agli amici di un tempo. Nei suoi racconti, l'intreccio di parentela e amicizia tra storiche famiglie viterbesi. Il marito Oscar, anche lui nato nel 1916, con cui ha condiviso buona parte della vita, se ne è andato nel 1996. ‘’Lui a 100 non c’è arrivato” dice. Per non sembrare però una specie di supereroe, nonna Giovanna Ammette: “Qualche acciacco ce l’ho –afferma -, ogni tanto mi lacrima un occhio”. E sorride, contagiando chi oggi è lì con lei per festeggiarla.

 

“Giovanna Sapio Cappelli è la testimonianza che in questa città si può vivere a lungo e bene – dichira il sindaco Michelini al momento della consegna della targa -. Specie qui a Villanova, uno dei primi quartiere della nuova espansione della città a partire dagli anni '70. Nelle periferie urbane ci sono buone comunità, qui c’è l’imponta di don Armando Marini e del nuovo giovane parroco della chiesa costruita di recente, don Emanuele Germani”. Proprio don Emanuele domenica prossima alle 10,30 nella chiesa dei Santi Valentino e Ilario celebrerà una messa dedicata al compleanno di Giovanna. Poi tutti a pranzo insieme, una settantina di parenti tra figli e nipoti.

 

La consigliera Bizzarri, poi, ha regalato a Giovanna una pergamena che riporta l’inno alla vita di Madre Teresa di Calcutta. Con l’augurio di tutta la città di Viterbo per altri 100 di questi giorni.




Facebook Twitter Rss