ANNO 20 n° 344
Cronoscalata Antelio Jacoponi nel segno di Ridolfi e Sopranzi
27/07/2013 - 15:11

VITERBO - Il caldo e lo splendido scenario tra il lago di Bolsena e le colline falische sono stati i principali ingredienti che hanno fatto convergere a Montefiascone (Viterbo) un discreto numero di biker per la nuova veste della Cronoscalata – oggi con il nome nuovo di Cronoabilità - intitolata alla memoria di Antelio Jacoponi. Il tracciato misurava appena 4 chilometri con avvio dalla valle del lago lungo l’impegnativa salita del Roiano (sentiero una volta percorso dai “villani” per recarsi ai vigneti del famoso Est! Est!! Est!!!) con l’aggiunta di una serie di scalinate in discesa e passerelle, con tornanti, in pieno centro storico, prima dell’ultima risalita verso il salotto buono della cittadina falisca tra Corso Cavour e Piazza Vittorio Emanuele.

Alla presenza dell’assessore allo sport Fernando Fumagalli e di Giuseppe Jacoponi (figlio del compianto Antelio), colui che è riuscito a fermare il cronometro con il miglior tempo di 12’56”, pur dovendo fare i conti con il notevole dislivello in pochi chilometri e l’abilità di guida sulle scalinate, è stato Riccardo Ridolfi (Scott RC New Limits). La vittoria del giovane corridore under 23 di Spoleto (Perugia) non è stata però facile perché alle sue spalle hanno chiuso con lo stesso ritardo, di 5 secondi, il coetaneo umbro Leonardo Caracciolo (Centro Bici Team Terni) e il promettente juniores viterbese di Vitorchiano Eros Capati (Race Mountain Professional Team), i quali ha dovuto faticare non poco per impensierire Ridolfi ma sono riusciti a tenere a debita distanza la coppia élite sport Mirco Catteruccia e Stefano Sensi della Mtb Montefiascone rispettivamente al quarto e al quinto posto con un ritardo di 1 minuto dal vincitore.

“Sono molto contento di questo risultato – ha affermato Riccardo Ridolfi, alla seconda vittoria assoluta in stagione dopo il recente Trofeo Parco Coppo a Gubbio, 18esimo assoluto (secondo miglior under 23) alla Dolomiti Superbike – ma non mi sentivo particolarmente bene. Risento ancora la stanchezza dell'italiano di domenica scorsa a Nemi, ma alla fine è andata bene. Mi piace particolarmente la salita ed è per questo che torno con piacere qui a Montefiascone dove nel 2009 vinsi proprio l'assoluta del percorso corto dell’Est! Est!! Est!!! quando ancora ero juniores”.

Al femminile, terza vittoria consecutiva e miglior tempo di 17’56” per la specialista umbra delle ruote grasse Laura Sopranzi (Centro Bici Team Terni) che ha regolato sul traguardo, con oltre un minuto e mezzo di vantaggio, l’ex pluricampionessa laziale del fuoristrada Claudia Cantoni (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike) di Vetralla e la giovane allieva, campionessa laziale del ciclocross 2012-2013 di Soriano nel Cimino, Monica Bellachioma (Asd Soriano Ciclismo) con un gap di oltre 9 minuti.

“Sono felicissima perché ci tenevo molto a riconfermarmi qui a Montefiascone – ha dichiarato Laura Sopranzi, di Stroncone (Terni), campionessa regionale umbra di ciclocross, cross country e marathon nel 2012 e in stagione attuale leader del circuito Umbria Challenge Mtb - In salita sono andata piuttosto bene anche se l´impresa non è stata facile perchè con il caldo e con l’aggiunta delle scalinate, l´imprevisto era dietro l’angolo”.

Archiviata la cronoabilità, in casa Gruppo Ciclistico per l’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone manca davvero poco alla nona edizione della Granfondo in programma domani, domenica 28 luglio. Per la terza prova del circuito XCP Cup Mtb Lazio e sesta (di chiusura) della Maremma Tosco-Laziale, sono attesi oltre 400 biker dal Lazio e dalle regioni limitrofe.

La manifestazione è dedicata alla memoria di Sandro Vignanelli, ciclista amatoriale falisco ed ex presidente della società organizzatrice dell’evento, scomparso due anni fa in seguito ad un grave incidente automobilistico.

“Siamo di nuovo pronti per la granfondo – spiegano in una nota gli organizzatori -. Quest’anno il circuito è stato modificato in modo da renderlo più bello e allo stesso tempo più tecnico cosa che ha richiesto molto impegno, ma siamo certi che sarà gradito ai partecipanti e a tutti gli amanti della mountain bike”.

Il percorso di 41 chilometri, con 1200 metri di dislivello complessivo e l’aggiunta di 4 chilometri di trasferimento, si snoderà su uno scenario da togliere il respiro attraverso le dolci colline che circondano il lago di Bolsena ma rispetto alle passate edizioni molto più confinato al territorio di Montefiascone. Lo sterrato sarà presente al 95%, con una serie di discese veloci e tecniche e altrettante salite come quella della Mentuccia con punte del 30% a meno 10 chilometri dall’arrivo.

Per chi vorrà semplicemente partecipare con il piacere di pedalare tranquillamente in mountain bike, gli organizzatori hanno allestito anche la pedalata ecologica di 22 chilometri (più 4 chilometri di trasferimento e 750 metri di dislivello) di particolare suggestione e di media difficoltà costeggiando le rive del lago di Bolsena per dare la possibilità agli escursionisti, ai non tesserati e ai corridori giovani (esordienti/allievi federali) di ammirare ed apprezzare le bellezze naturali della zona falisca.

Pedalata ecologica e granfondo si ricongiungeranno nella zona del Roiano con finale identico alla cronoabilità senza il passaggio sulle scalinate.




Facebook Twitter Rss