ANNO 21 n° 25
Fortitudo - Stella, un derby da capitani
Angelo Toselli e Valerio Giganti giocano in anticipo la stracittadina
02/04/2014 - 18:25

di Domenico Savino

VITERBO – Amici, compagni, capitani che per una sera saranno avversari. Valerio Giganti e Angelo Toselli sono i condottirei sul parquet della Ilco Stella Azzurra e della Fortitudo Piergentili che domenica pomeriggio saranno protagonisti della stracittadina di basket. Un match sentito tra due squadra che hanno conquistato i play off e che magari sognano di incontrarsi negli spareggi. Se il campionato finisse oggi Ilco e Piergentili si incontrerebbero solo in finale. E sarebbe il coronamento di una stagione che ha visto partire i due roster con obiettivi differenti, ma alla lunga l’appetito è venuto mangiando e ora non vogliono farsi sfuggire l’occasione.

La Stella Azzurra viene dall’esperienza dell’anno passato (eliminata in semifinale quando la partita esalava l’ultimo respiro), la Fortitudo ha giovato del ripescaggio, è partita con il freno a mano tirato (1 successo nelle prime sette gare), poi ha cambiato marcia con l’arrivo di coach Bondi: ora i biancoverdi strizzano l’occhio al quinto posto.

Ma il derby è giusto farlo giocare a chi ne sarà protagonista sul parquet e i due capitani sono gli interlocutori migliori per analizzare il momento di Stella e Fortitudo: ''Arriviamo contati a questa sfida – dice Angelo Toselli, uno che sotto canestro sa farsi rispettare – ci mancherà sicuramente Nieri (noie alla schiena, n.d.r.), ma al suo posto Billi ha fatto vedere di avere le carte in regola per sostituirlo. Siamo partiti male con una sola vittoria in due mesi, poi ci siamo ripresi''.

Giganti guida una squadra che è sicura del terzo posto: ''Al derby arriviamo bene. Per noi è una partita che non avrà risvolti di classifica e la stiamo preparando con calma. Non per questo ci tireremo indietro perché poi quando si gioca nessuno vuole perdere. Viviamo la vigilia senza assilli, abbiamo recuperato anche qualche acciaccato, stiamo bene''.

Scendendo nel particolare i due capitani analizzano la stagione condotta dalle rispettive squadre. Toselli non ha dubbi si chi ha dato la scossa alla Piergentili: ''Coach Bondi. Ci ha fatto capire che non eravamo spacciati, ci ha dato nuove motivazioni e i risultati ci stanno dando ragione. E poi non voglio dimenticare l’innesto di Innocenti: ci mancava un play, uno che dettasse i tempi e lui lo sa fare benissimo. Il nostro campionato lo abbiamo già vinto conquistando la salvezza in anticipo, ma adesso vogliamo toglierci altre soddisfazione. Siamo nei play off e puntiamo alla quinta posizione''.

Giganti non si nasconde e dice che ''al primo posto ci abbiamo creduto soprattutto nel girone d’andata: poi dopo le sconfitte sia con Cassino che con Luiss abbiamo capito che era meglio concentrarsi più sul terzo posto. Del resto ad Anagni ho conquistato la B ai play off proprio partendo dal terzo posto''.

E se Stella e Fortitudo si incontrassero nei play off ''Finora non abbiamo fatto calcoli – dicono in coro – ma sarebbe uno spettacolo per il basket viterbese''. Toselli, che è un ex, continua: ''La Stella è stata costruita per andare in B. L’acquisto di Candido è la ciliegina sulla torta. Secondo me hanno tutte le possibilità per fare il salto di qualità''.

L’ultima battuta prima di indossare la fascia se la scambiano volentieri: Toselli: ''A Giganti dico: occhio alla Piergentili, noi non molliamo”. La risposta di Giganti: ''Angelo è un amico gli auguro di fare una bella partita e che questo derby sia uno spot per il basket viterbese''.




Facebook Twitter Rss