ANNO 20 n° 115
Gran premio città di Gradoli, vince Grassi
Ha battuto Ubaldini al termine di una gara emozionante
19/07/2013 - 12:03

Una splendida giornata di sole ha accolto a Gradoli (Viterbo) una settantina di biker per la quarta edizione del Gran Premio Mtb Città di Gradoli sviluppandosi lungo un circuito di poco più di 4 chilometri tra sterrato e centro storico che gli atleti hanno ripetuto diverse volte a seconda delle categorie e delle fasce d’età.

Nella gara regina, disputata su 6 giri, c’è stato il bellissimo duello tra Zefferino Grassi (M4, Celeste Bianchi Nw Sport) e Massimo Ubaldini (M5, Team Eurobici Orvieto) che hanno dato vita a una gara tirata e spettacolare, decisa con una grande progressione nella quale Grassi ha avuto la meglio su Ubaldini distanziato di una ventina di secondi. A circa due minuti e mezzo si è piazzato Luca Chiodi (M5, Centro Italia Bike Montanini) che aveva la meglio su Lorenzo Borgi (M5, Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini) per quanto riguarda il terzo gradino del podio.

Tra gli juniores, con 5 giri all’attivo, il sigillo di Luca Sabatini (Mtb Grotte di Castro) che ha fatto gara solitaria nonché autore di una brillante performance al cospetto di avversari come Paolo Bellucci (Mtb Montefiascone) e Matteo Torrioni (Mtb Tuscia Vittorio Bike).

In ambito femminile meritato successo, dopo 4 giri del circuito, della juniores Giorgia Ascenzi (Fontana Anagni) che ha distanziato di un minuto l’unica esponente donna delle categorie master Antonia Fastella (Asd Mtb Four Es Bike).

Nella categoria esordienti primo a giungere sul traguardo è stato Samuele Grossi della Mtb Four Es Bike (quarto ai recenti tricolori giovanili cross country in Sicilia) davanti a Lorenzo Quarchioni (Mtb Tuscia Vittorio Bike) e Antony Morini (Mtb Grotte di Castro) mentre al femminile si è confermata ancora a buoni livelli la campionessa regionale in carica Arianna Ingegneri (Mtb Tuscia Vittorio Bike).

Dopo l’esperienza nelle corse su strada (l’ultima volta ai regionali di Doganella di Ninfa) l’allievo Federico Proietti è tornato a dettare legge nella specialità a lui congeniale: sullo sterrato i battuti di giornata sono stati nell’ordine Ivan Colonnelli, Pierluca Dandolo (Mtb Montefiascone) e Lorenzo Pugliese (Mtb Grotte di Castro) mentre tra le donne ancora la maglia dell’Asd Soriano Ciclismo a mettersi in luce con l’unica rappresentante della categoria allieve Monica Bellachioma.

Ai successi di categoria dell’M3 Chiodi, dell’M4 Grassi e dell’M5 Ubaldini (detentore del giro veloce: il primo percorso in 11’38”) che hanno dato il meglio nelle posizioni di avanguardia, scorrendo la classifica, si sono aggiunti anche quelli dell’élite sport Mirco Catteruccia (Mtb Montefiascone), del master 1 Gianluca Casadidio (Team B Mad), del master 2 Alessio Pasqualetti (Team Vittorio Bike Asd) e del master 7 Tiziano Santini (Team B Mad).

L’evento, sotto l’egida della Federciclismo Lazio, è stato organizzato dal Gruppo Sportivo Ciclistico 1948 Gradoli riscontrando un discreto successo sia per la partecipazione che per il circuito dal punto di vista tecnico, molto apprezzato dagli atleti.

“Come responsabile organizzativo della gara mi sento veramente soddisfatto – ha dichiarato Piero Pierangeli, presidente del GSC Gradoli 1948 - e spero che il nostro impegno venga premiato con una cospicua affluenza di atleti nella prossima edizione. Nonostante il numero basso di partenti, abbiamo riscontrato tanto divertimento per gli atleti e questo ci ripaga di tutti gli sforzi fatti. Da oggi per chi volesse allenarsi sul percorso di gara, è sempre aperto a tutti i biker”.




Facebook Twitter Rss