ANNO 18 n° 327
Il Parco di Vulci tra i più belli d'Italia
Secondo il portale Turismo.it è tra le cinque bellezze verdi da visitare a tutti i costi
15/10/2015 - 11:32

VITERBO - Escursioni e passeggiate attraverso la storia, le bellezze naturali e l'archeologia del nostro Paese, all'interno di parchi e riserve dove vivere una giornata indimenticabile, diversa, lontano dal caos e dalla frenesia della vita cittadina.

 

L'Italia, d'altronde, offre agli appassionati escursionisti una vastissima gamma di bellezze tra le quali avventurarsi. E così ci ha pensato il portale online Turismo.it, sito partner de La Stampa e il Secolo XIX, a pubblicare una piccola guida che racchiude i cinque itinerari da non perdere, un modo per aiutare i lettori a orientarsi tra tante possibili alternative.

 

Tra i pascoli e i boschi del Parco Naturale Adamello Brenta in Trentino Alto Adige, quello della Murgia Materana in Basilicata e il Monte Sole in Emilia Romagna (tristemente famoso per la strage di Marzabotto compiuta dalle truppe naziste) non poteva ovviamente mancare un salto nella Tuscia, per ammirare uno dei parchi più belli dello Stivale.

 

Parliamo, ovviamente, di Vulci: ''Una superficie di circa 900 ettari - si legge sul sito- adagiata nella provincia di Viterbo, nel comune di Montalto di Castro, dove sono racchiusi tesori preziosi che permettono di apprezzare una natura rigogliosa e incontaminata nella quale si incastonano testimonianze di secoli di storia del nostro Paese''.

 

''Antiche rovine, vegetazione rigogliosa, una fauna ricca e variegata, e persino canyon, cascate e un laghetto. Al Parco del Vulci c'è tutto questo e molto di più''. Un sito di grande fascino, che Turismo.it consiglia vivamente a chiunque voglia vivere un'avventura unica immersa nel verde.

 

Tra le rovine dell'antica città etrusco-romana di Vulci, le necropoli etrusche, il Museo Archeologico all'interno del Castello della Badia e i percorsi nella natura, a piedi, in bici o a cavallo, c'è soltanto l'imbarazzo della scelta. Il segreto, in fondo, è solo fare un salto nella Tuscia.




Facebook Twitter Rss