ANNO 19 n° 230
''La Viterbese è forte e lotterà fino alla fine''
Russo dopo la vittoria sull'Astrea: ''Gruppo di alto spessore''
14/12/2015 - 10:20

VITERBO – Convincente. Straripante. Continua. E ora anche capolista. Splende il sole sopra alla Viterbese, che all'indomani della schiacciante vittoria sull'Astrea, può godersi il giorno di riposo forte del primato (anche se in coabitazione) e soprattutto della consapevolezza di essere tornata nel giro buono, quello che conta per davvero.

 

La cinquina centrata domenica al Rocchi con i ministeriali, mescolata alle sconfitte di Arzachena e Grosseto (agganciate insieme al Rieti nella grande ''ammucchiata'' di alta classifica), alla fine ha pagato doppio, regalando ai gialloblu la vittoria ma anche quella vetta rincorsa da mesi e costruita prestazioni su prestazioni.

 

Un successo che ha confermato una volta di più la forte solidità difensiva, un vero muro il reparto arretrato con appena 10 reti subite, appena quattro da l'arrivo di Nofri, ma anche la rigenerata verve offensiva, dove stanno arrivando quei gol (14 nelle ultime cinque gare, e si è sbloccato pure Invernizzi) che prima si vedevano con il contagocce.

 

Numeri importanti, da vera corazzata. Merito delle scelte del tecnico umbro, ancora imbattuto, della societò e di una compagine, domenica alla quinta vittoria in fila, che ormai pare aver trovato il passo giusto, gli uomini adatti e i giusti automatismi tattici.

 

 

''La squadra ha giocato un'ottima partita - ha detto a fine gara Giacomo Russo, volto nuovo nello staff tecnico e subito buttato nella mischia (anche mediatica) vista la squalifica del tecnico Nofri - Dopo una piccola flessione nella parte centrale del primo tempo, siamo usciti fuori con una grande ripresa dove si è rischiato poco o nulla. Questo è un gruppo forte, maturato e compattato dagli ultimi risultati positivi - ha sottolineato - e sono certo che saprà giocarsi bene l'obiettivo fino alla fine''.

 

Interessante e intrigante la figura di Russo, approdato a Viterbo da qualche settimana per volere del patron Piero Camilli, che lo aveva anche ai tempi del Grosseto. Non un allenatore, non un maniacale tattico, più un comunicatore, un uomo di raccordo e di esperienza che lavorerà sotto il punto di vista mentale dei giocatori.

 

''Il mio lavoro in un certo senso è staccato da quello del mister - ha spiegato il toscano - orbiterò intorno alla squadra, darò un supporto morale, ci confronteremo con il tecnico, ma chiaramente le scelte alla fine le farà mister Nofri''.

 

Chi non ha bisogno di motivazioni, anche se il campo lo sta vedendo un po' a spezzoni, è il centrocampista Stefano Selvatico, seduto accanto a Russo nella conferenza stampa del post partita. Per l'ex Catanzaro altra prestazione autoritarià, elegante e condita dal primo gol su azione (era già andato in rete ma dal dischetto in Coppa Italia) da quando si è trasferito dalle parti di via della Palazzina.

 

''La forma sta migliorando e giorno dopo giorno mi sento sempre meglio - ha detto Selvatico forse volendo mandare anche un segnale - c'è tanta concorrenza, e in questo gruppo non si può parlare di seconde linee quindi ci stà di restare fuori. Mi piacerebbe e mi sento pronto per partire dall'inizio anche in campionato - non ha nascosto - ma queste sono decisioni del tecnico, e io devo solo pensare ad allenarmi e farmi trovare pronto. L'importante ora è aver trovato questa vetta, che dovremo cercare di non lasciare mai''.

 

Già, perché è iniziato quasi un nuovo campionato per la Viterbese, chiamata domenica a cercare di tenere questo primo posto nel big match in Costa Smeralda contro l'Arzachena, altra battistrada e sorpresa di questo avvincente girone.

 

Match dove potrebbe già figurare la convocazione di Michele Boldrini, l'esterno in arrivo dal Campobasso presente ieri sugli spalti durante la gara contro l'Astrea. La presentazione ufficiale arriverà ad inizio settimana, molto probabilmente martedì giorno di ripresa degli allenamenti. E una volta sparato anche questo colpo, quella che avrà in mano Nofri sarà una vera e propria corazzata pronta a dare l'assalto alla Lega Pro.




Facebook Twitter Rss