ANNO 20 n° 50
Monterosi, una stagione in 90 minuti
Scorsini si gioca la salvezza ai play out contro il Città di Monterotondo
18/05/2014 - 04:00

MONTEROSI – (d.s.) L’epilogo finale del campionato d’Eccellenza per il Monterosi si chiama play out. E l’avversario ha le sembianze del Città di Monterotondo. Sembra paradossale dopo un grande girone d’andata. Infatti la squadra biancorossa aveva girato al terzo posto, dietro solo a Rieti e Viterbese. Poi qualcosa si è inceppato: quel meraviglioso meccanismo messo in piedi da Marco Scorsini ha iniziato a sbuffare, a non rendere al massimo. Nel girone di ritorno il Monterosi ha vinto una volta sola (il 20 febbraio, 1-0 al Rieti) e ha messo in cascina solo 10 punti (nelle diciassette precedenti 30). Un ritmo da bradipo che adesso costringe la formazione costruita da Flaminio Cialli a giocarsi una stagione intera in novanta minuti contro gli eretini. Il destino si è divertito a mettere di fronte due squadre che si sono appena incrociate l’ultimo turno di campionato. E, altro scherzo del fato, il Città ha vissuto una stagione sulle montagne russe. Simile a quella del Monterosi, ma al contrario. Drammatica la prima parte con l’ultimo posto che sembrava essersi incollato addosso alla squadra di Sgherri; ritorno di forza e cuore dopo aver setacciato il mercato. Su tutti gli arrivi di De Francesco e Toscano che a suon di reti hanno trascinato la squadra ad un traguardo che quattro mesi fa pareva un miraggio. Destini simili che si incrociano dopo aver percorso strade differenti.

Tuttavia in questo momento ciò che è successo non conta: non serve rimuginare su ciò che poteva essere e non è stato. C’è da prendersi una salvezza che vale una stagione. E lo si fa in una gara secca in casa della squadra meglio piazzata. Infatti il regolamento dei play out prevede che in caso di parità al novantesimo si vada ai supplementari e qualora dovesse permanere l’equilibrio passerebbe la squadra che ha ottenuto la classifica migliore. Pertanto il Monterosi sembra poter godere di un piccolo vantaggio. Può gestire, sa che il Città di Monterotondo dovrà fare la gara e può giocare di conseguenza. Ma gli spareggi sono partite che hanno una storia particolare: vivono di episodi, di situazioni imprevedibili. Sono un torneo a parte in cui la differenza tra gioie e dolori è minimale.

Per quanto riguarda lo stato generale del Monterosi, Scorsini può contare sulla rosa al completo. O meglio su quello che è rimasto dopo gli sconvolgimenti pre-pasquali, Infatti si è verificato un ammutinamento e il presidente Cialli ha deciso di cacciare mezza squadra e Scorsini deve pescare a piene mani dalla Juniores. Resta la buona impressione destata proprio a Monterotondo la scorsa settimana. Con un pizzico di fortuna in più il Monterosi avrebbe potuto portare a casa i tre punti ed evitarsi questa pericolosa appendice. Il Città di Monterotondo deve fare a meno di Lurentini e De Francesco.

PROMOZIONE – Play out anche in Promozione. Il Pianoscarano si gioca un campionato al campo Bruni contro il Football Riano. Anche per i rionali vale lo stesso discorso fatto per il Monterosi: giocano in casa e hanno due risultati su tre. Il Riano è costretto a fare una gara d’attacco. La squadra di Massimo Baggiani ha vissuto pericolosamente per tutto il campionato. Girone d’andata balbettante, ritorno molto più sicuro in cui il gruppo ha recuperato punti e coraggio tanto da guadagnarsi la migliore posizione per i play out. Ora manca l’ultimo sforzo.




Facebook Twitter Rss