ANNO 18 n° 350
Nofri: ''Viterbese forte, ora restiamo su''
Il tecnico dopo la vittoria contro la Torres che ha riportato il primato in classifica
''Dimostrato ancora una volta di esserci''. Boldrini: '' Teniamoci stretta la vetta''
01/02/2016 - 11:41

VITERBO – A conti fatti una domenica quasi perfetta: la Viterbese che batte (2-0) la Torres in uno scontro diretto fondamentale, lo fa segnando due rigori, proprio quelli oggetto di tante critiche e che sono costati punti ed eliminazioni eccellenti ai gialloblu, approfitta dello scivolone del Grosseto a Olbia e dopo una settimana si riporta in vetta, anche se insieme il Rieti, in un girone sempre più affascinante per la lotta alla Lega Pro.

Se c'era un modo per mettersi alle spalle il pari amarissimo di Budoni e ripartire, la Viterbese è riuscita a farlo nel migliore dei modi. Contro i sardi, che al Rocchi si presentavano forti di una condizione invidiabile, e tredici risultati utili consecutivi, la squadra di mister Federico Nofri ha dimostrato ancora una volta tutta la sua qualità e solidità. Andando come il vento, proprio come aveva chiesto il tecnico, in un inizio di gara straripante, per poi gestire molto bene il risultato rischiando il minimo contro una squadra che soprattutto in avanti aveva qualità da vendere.

 

''Abbiamo deciso di andare forte e lo abbiamo fatto con determinazione e convinzione – ha detto Nofri nel dopogara – siamo partiti molto bene, pressando e attaccando, e questo può aver spaventato il nostro avversario, Forse ci è mancato un quel pizzico in più sotto il punto di vista della finalizzazione nei primi venticinque minuti. Poi il rigore ci ha dato lo spunto per indirizzare la gara dalla nostra parte, ma quella espressa nel complesso è stata una prestazione importante, dove abbiamo dimostrato di saperci adattare molto bene ad ogni tipo di situazione. Dopo Budoni era importante ripartire - ha sottolinenato - lo abbiamo fatto alla grande e contro un avversario temibile''.

 

Ora il punto determinate sarà quello di tenersi stretto questo primato. Domenica ci sarà la trasferta sul campo del rigenerato Castiadas, in un turno che sulla carta strizza l’occhio alla Viterbese, visto che in Toscana ci sarà il big match tra Grosseto e Rieti.

 

''Domenica ci aspetterà questa partita che non si può sottovalutare – ha sottolineato Nofri – ci saranno anche degli scontri diretti che potrebbero favorirci, ma al momento mancano ancora troppe gare ed è presto per fare i calcoli. La cosa più importante ora sarà quella di tenerci stretto questo primato il più possibile''.

 

Un vetta raggiunta grazie ad una grossa prestazione di squadra, ma firmata dalla doppietta di Michele Boldrini, giocatore che domenica dopo domenica sta sempre più entrando al centro del gioco gialloblu, tanto da far sembrare che l’ex Lupa Roma sia a Viterbo da tanto tempo: ''E’ stata una partita difficile, contro una squadra, come ci aspettavamo, forte. Noi però l’avevamo preparata bene e ce l’aspettavamo proprio così. E’ venuta fuori una partita equilibrata, gioca bene da entrambe le compagini. I Rigori? Giusto fischiarli. Torneremo in Sardegna da capolista, e dovremo cercare di non farci rubare la merenda…''.

 

In sala stampa anche Stefano Selvatico, autore della solita prova di qualità e quantità. ''La forza di questa squadra resta il gruppo - ha detto il bresciano - contro la Torres serviva una prestazione compatta e di squadra, e siamo riusciti a tradurla al meglio in campo''.




Facebook Twitter Rss