ANNO 18 n° 325
Revisori, la polveriera brucia ancora
Scontro maggioranza-minoranze, le opposizioni escono dalla commissione
01/02/2016 - 11:37

VITERBO – Palazzo dei Priori, la questione della nomina dei revisori dei conti si conferma una polveriera. La seconda commissione si apre con la lettura della proposta di deliberazione per la nomina del collegio. Proposta che arriverà in consiglio comunale domani pomeriggio e che stamani ha generato uno scontro tra maggioranza e opposizione, con i consiglieri di minoranza che sono usciti dall'aula. Fuori Giulio Marini, Claudio Ubertini, Gianmaria Santucci e Chiara Frontini. L'unico a rimanere e astenersi, al momento del voto, è stato Sergio Insogna.

 

In quota maggioranza votano sì Aldo Fabbrini e Christian Scorsi, Livio Treta si astiene.

 

Una mossa che non promette nulla di buono in vista del consiglio di domani, dove i consiglieri di minoranza possono risultare davvero preziosi per garantire il numero legale. La proposta di deliberazione dispone che il presidente sia Ugo Tanzi, membri del collegio Claudio Pinto e Salvatore Messina. Questa la formazione approvata questa mattina dalla seconda commissione, presieduta dal consigliere Livio Treta.

 

Dopo la lettura del documento a mettere un po' di pepe ci ha pensato proprio Treta, sottolineando l'opportunità di inserire in delibera un passaggio capace di ricostruire i perché del passo indietro di Lorenzo Ciorba, sorteggiato presidente dalla Prefettura.

 

L'intervento di Treta ha scatenato reazioni nelle opposizioni, che sono uscite dall'aula. L'unico a intervenire, prima di prendere la porta, è stato il consigliere Ubertini: ''E' dal 17 dicembre che questa vicenda dei revisori giace nel limbo. E la colpa è solo della maggioranza''.

 

La prova del fuoco domani a partire dalla 15,30 sullo schermo della sala d'Ercole.




Facebook Twitter Rss