ANNO 21 n° 26
Stappa un Peroni: ''Stella, proviamoci''
Parla la guardia della Terra di Tuscia, protagonista di inizio stagione
05/11/2015 - 10:45

Stappa un Peroni: ''Stella, proviamoci''

Parla la guardia della Terra di Tuscia, protagonista di inizio stagione

VITERBO – Quando nel caldo torrido di quest’estate gli è squillato il cellulare, e dall’altra parte della cornetta c’era la Viterbo di serie B, quella battente bandiera Terra di Tuscia Stella Azzurra, Michele Peroni, da Oleggio Piemonte, non ci ha pensato su due volte. Ha preparato le sue cose, messo le scarpe buone, salutato amici e famigliari ed è tornato in quella che può essere considerata un po’ la sua seconda casa.

 

Già, perché tra la Città dei Papi e la guardia classe '94, 90 chili, 188 cm e una mano caldissima, è ormai consolidato un legame particolare. Nato quando vestiva la maglia dei cugini della Nuova Fortitudo (stagione di grazia 2013/14), cementato dall’amore per una ragazza viterbese e confermato dalla scelta, nonostante le offerte non gli mancassero, di cedere alla corte della società blustellata.

 

''Quando sì è presentata questa opportunità ho subito pensato che fosse l’opzione migliore - spiega Peroni – Viterbo è una città a cui sono molto legato, ed essere di nuovo qui per me è uno stimolo in più a fare bene. Sono molto felice della scelta fatta – prosegue – e penso che ci siano tutte le carte in regola per fare un’ottima stagione''.

 

Un’annata partita molto bene sia a livello di squadra, quattro vittorie nelle prime sei giornate per la Terra di Tuscia, ma anche sul piano personale per un giocatore che due anni fa sfiorò per un soffio l’Europeo di categoria con la Nazionale: doppia cifra di media, ottime percentuali dal campo e il picco massimo di 18 punti siglati nella vittoria contro Maddaloni al PalaMalè. E siamo solo ad inizio stagione.

 

''Non potevamo augurarci partenza migliore – riprende la guardia blustellata – ma la cosa più importante, penso sia il fatto che per il momento abbiamo dimostrato di potercela giocare un po’ con tutti. Merito di un gruppo che si è subito consolidato e di coach Umberto Fanciullo – sottolinea - che è stato bravo a toccare fin da subito le corde giuste e far amalgamare in fretta un roster molto rinnovato’’.

 

Ma quando gli si chiede dove può arrivare questa squadra, Peroni ha le idee molto chiare: ''La salvezza è il nostro obiettivo, ma penso che nella vita, come nello sport, bisogna sempre essere ambiziosi. Giocare i playoff sarebbe un sogno - conclude - sta soltanto a noi farlo diventare realtà’’.

 

Un sogno che passerà solo dalle vittorie, obiettivo già fissato per questa domenica (ore 18) al PalaMalè contro la Stella Azzurra Roma.




Facebook Twitter Rss