ANNO 21 n° 25
Stella rialza la testa, non è finita
Giovedì di nuovo in campo per pareggiare la serie con l'aiuto del Palamalè
03/06/2014 - 13:11

VITERBO – Si è arresa solo dopo il primo tempo supplementare. Ha combattuto con grandissimo ardore e anche quando la gara sembrava sfuggire di mano ha avuto la forza per restare dentro al match. La Stella Azzurra perde gara 1 della finale play off contro la Luiss. Ma le speranze di rimettere in piedi la serie e di cullare il sogno della serie B restano intatte. Perché la squadra ha dimostrato di sapersi stare, di tenere testa alla forte Luiss e di non abbassarla mai. Buono l’approccio alla gara e la conduzione della stessa. Ottimo il finale, quando la partita stava per prendere la via sbagliata e la Stella si è rimessa in carreggiata.

Alla fine contano sempre i dettagli, il libero sprecato di Rogani, qualche possesso gettato al vento, Candido e Gori gravati di falli all’ultimo quarto, praticamente nel momento più delicato della sfida. Ma la sensazione è che giovedì la Stella Azzurra possa brillare al Palamalè. Che questa squadra abbia tutte le carte in regola per giocarsi ancora una volta a viso aperto le chances per portare la serie alla “bella” e poi tentare il tutto per tutto.

La Stella ha avuto il grande merito di essere sempre attaccata al match: anche quando i romani, nel secondo e nel terzo quarto, hanno condotto le danze, Viterbo non è mai crollata. Ha dato l’impressione di barcollare ma mai di cadere. E questa è una qualità fondamentale in una serie di finale. E’ facile prevedere che giovedì la gara sarà molto simile a quella del PalaLuiss: veloce, intensa, vibrante, carica di emotività. E comunque ci vorrà una squadra cattiva sotto canestro, abile (come ha dimostrato nella Capitale) nel recupero della palla con una difesa aggressiva.

Poi servirà spietatezza in attacco. Bisognerà sfruttare tutte le occasioni, perchè ogni dettaglio farà la differenza. Anche i nervi dovranno essere sotto controllo. La Stella ha giocato la seconda parte dell’ultimo quarto e il supplementare senza pivot: sia Candido che Gori già all’inizio dell’ultimo periodo erano gravati da quattro falli. Gori, poi, si è fatto fischiare un tecnico. Un lusso che non ci si può permettere.

Il resto lo farà il pubblico. Nella piccola struttura del PalaLuiss si è avuto un piccolo assaggio di quello che dovrà essere il Palamalè giovedì: un catino ribollente di tifo e passione. La Stella dovrà essere spinta ad ogni possesso, la Luiss dovrà temere il ruggito del popolo viterbese ogni volta che attaccherà. Il pubblico in questi casi gioca sempre un ruolo fondamentale: è adrenalina allo stato puro. Il tutto ovviamente nel sano spirito agonistico. Ci sono tutte le premesse per assistere ad una bellissima partita. Il basket sa offrire spettacoli unici. Quello di giovedì dovrà essere speciale.




Facebook Twitter Rss