ANNO 20 n° 167
Torna il tradizionale Palio del Saracino
Dal primo al 16 giugno paese in festa per ricordare il legame con i Borgia
22/05/2013 - 04:00

VITERBO – Torna anche quest’anno a Nepi il tradizionale Palio del Saracino. E c’è grande attesa per questa edizione 2013 soprattutto per le novità proposte. Organizzata dall’Ente Palio del Saracino, con presidente è Mario Mancini, è una festa popolare che coinvolge tutta la cittadina che, da sabato primo a domenica 16 giugno, sarà avvolta da una magica atmosfera d’altri tempi. La manifestazione, giunta al suo XVIII anniversario, è caratterizzata dalla rievocazione di cortei storici, emozionanti competizioni di tornei, giochi popolari, apertura delle taverne delle quattro contrade, letture di novelle, teatro, musiche rinascimentali e ammirevoli ricostruzioni ambientali.

La festa è nata nel 1995 con lo scopo di ricordare il legame fra la cittadina nepesina e la famiglia Borgia e, attraverso un mix di storia e fantasia, per rivivere alcune tradizioni e inventarne di nuove. Il risultato è un evento dal sapore antico che riesce a far immergere i visitatori fra le bellezze storico paesaggistiche di Nepi. Alcuni appuntamenti in programma si svolgeranno nella maestosa Rocca dei Borgia, dove a periodi alterni soggiornò Lucrezia, altri avranno luogo nella piazza principale.

Il Palio consiste in due prove valide per acquisire il punteggio che decreterà la contrada vincitrice, il palio degli anelli e la sfida degli arcieri. Sono stati ricavati, poi, spazi dedicati a momenti puramente ludici, che non prevedono punteggio valido per l’assegnazione dell’ambito Palio. Si tratta di antichi giochi popolari come il tiro della fune, la corsa degli arieti, la sommossa popolare, e, ancora, l’apertura serale delle taverne delle quattro contrade.

Anche quest’anno, come da tradizione, aprirà i festeggiamenti la cena medievale propiziatoria chiamata “Al desco dei Borgia”, che viene organizzata dalla contrada vincitrice del Palio dell’edizione precedente, e che si svolgerà il primo giugno all’interno della Rocca. Domenica 2, sempre all’interno del castello, si assisterà alla sfida arcieristica della Antiche Città, che vale per il campionato della Federazione Italiana Tiro Arco storico e tradizionale.

Per quanto riguarda le novità di quest’anno, è stato valorizzato anche l’aspetto culturale-storico con un ciclo di conferenze tenute da importanti relatori. Mercoledì 5 giugno l’argomento è “La devozione per la Beata Vergine Maria nel Duomo di Nepi: arte e storia”, a cura del professor Giorgio Felini. Giovedì 6 “Palazzo Celsi” a cura della dottoressa Sara Nelli. Giovedì 13 giugno la dottoressa Elisabetta Scungiu presenterà il libro “S. Maria e San Biagio”. Sabato 8 giugno, invece, il Circolo Numismatico romano laziale aprirà la manifestazione numismatica, cui seguirà la presentazione alla coniazione “Magister Monetae”.

Sempre sabato 8, a partire dalle 21.30, lungo le vie della cittadina sfilerà il suggestivo Corteo Storico di Lucrezia Borgia con circa trecento figuranti in costume, fiore all’occhiello del Palio del Saracino; alle 22 nella piazza del Comune si darà inizio a un’altra grande novità che arricchisce questa edizione, ovvero lo spettacolo “Lucrezia a Nepi, libera rievocazione storica ispirata al passaggio di Lucrezia Borgia da Nepi nell’anno 1499” per la regia di Giovanni Anfuso e con le coreografie di Claudia Celi.

Durante le serate della festa ogni contrada, nel centro storico, aprirà le taverne proponendo piatti tipici della tradizione nepesina.

 

 

 

Facebook Twitter Rss