ANNO 20 n° 233
Trofeo città del castagno, la firma di Tovo
Ciclsmo, decimo posto assoluto e miglior esordiente Micheal Antonucci
08/08/2013 - 12:56

VITERBO - Clima caldissimo e ventilato, organizzazione certosina, un numero considerevole di partecipanti (84 in rappresentanza di 20 squadre da Lazio, Umbria, Campania, Basilicata, Piemonte e Toscana). In una parola, l’edizione numero due del Trofeo Città del Castagno è passata agli annali come un’altra delle più riuscite a Canepina (Viterbo). Nuovamente l’UC Anagni-Cycling Team Nereggi ha lasciato il segno con Alessandro Tovo e Michael Antonucci dopo l’exploit del 19 maggio scorso con l’allievo Mirco Iafrati vittorioso al Trofeo Santa Corona.

Partenza unica per gli esordienti di primo, secondo anno e le donne allieve impegnati lungo il percorso unico di 40 chilometri (compresi i tre di trasferimento fino al chilometro zero) tra i centri abitati di Canepina, Corchiano, Fabrica di Roma, Vallerano e Vignanello: leggermente in discesa i primi 18 chilometri, pianura per 9 chilometri ed infine gli ultimi 13 chilometri leggermente a salire fino al traguardo di Canepina in pieno centro in Via Roma.

Una gara subito movimentata con allunghi a ripetizione complice la prima metà di percorso facile anche se il pessimo stato delle strade ha causato diverse forature ma il caldo e la leggera risalita verso il traguardo cominciavano a selezionare il gruppo.

La gara si è decisa a 13 chilometri dall’arrivo quando si è avvantaggiato Matteo Menicacci (As Roma Ciclismo) che è riuscito ad accumulare un discreto margine sul gruppo dei migliori allungato dal quale provava a uscire Alessandro Tovo (UC Anagni-Cycling Team Nereggi).

Battistrada e immediato inseguitore si sono ritrovati assieme ai 5 chilometri dal traguardo quando Tovo ha ingaggiato una bella lotta sul ritmo con il momentaneo compagno di fuga Menicacci e alle loro spalle il gruppo era alle calcagna. Il portacolori UC Anagni è riuscito poi a forzare i tempi e il giallorosso Menicacci non ha potuto far altro che lasciare Tovo verso la meritata vittoria e prima in carriera tra gli esordienti.

Menicacci si è fatto riassorbire dal gruppo che si preparava alla volata per le piazze d’onore con Francesco Menichetti della SS Grosseto (alzando pure le braccia in segno di trionfo senza sapere che davanti aveva vinto Tovo!) che ha avuto la meglio su Danilo Pezzella (New Team Balzano Zerokappa), Pietro De Simone (Progetto Ciclismo Sorrentino) e il campione regionale laziale esordienti secondo anno in carica Alessandro Parpinel (GSC Latinense).

Decimo posto assoluto e miglior esordienti di primo anno Micheal Antonucci che ha cambiato marcia e innescato l'allungo decisivo che gli ha permesso di anticipare di una manciata di metri Luca Taschini (Team Eurobici Orvieto SS Lazio) e Mario Russo (Olimpia Caivano). In ambito femminile positive le performance delle allieve Francesca Recchia (Cycling Team Coratti), Maria Vittoria De Santis (Capobianchi Cicli Moto Sport), Alessandra Cecchini (Asd Nestor Sea Marsciano) e dell’esordiente Maria Bevelacqua (Asd Il Pirata) che hanno terminato la corsa onorevolmente fino al termine.

“Sono scattato per provare ad andarmene e a sentire le mie sensazioni – ha dichiarato Alessandro Tovo, di Pontinia (Latina), cresciuto ciclisticamente con la Vigili del Fuoco e all’ottava vittoria in carriera, l’ultima da G6 -. Pensavo di non farcela ma quando ho visto il traguardo mi sono reso conto di quello che ho fatto. Dopo innumerevoli piazzamenti e podi, la vittoria era nell’aria già da un po’ e sono soddisfatta per averla finalmente centrata. Impegnandomi da qui in avanti, potrei dire ancora la mia”.

“Finalmente è arrivata la tanto desiderata vittoria – ha commentato felicissimo nel dopo gara Micheal Antonucci, di Frosinone, cresciuto nelle giovanili dell’UC Anagni e in stagione settimo al campionato laziale esordienti primo anno -. Vorrei ringraziare tutta la mia squadra soprattutto il mio allenatore Claudio Nereggi che dà anima e corpo tutta la settimana per allenarmi. Dedico questa vittoria ai miei genitori che fanno tanti di quei sacrifici per coltivare il mio sogno. Ora mi impegnerò ad andare avanti su questa strada e fare bene per il finale di stagione”.

Alla soddisfazione degli organizzatori ha fatto seguito quella del sindaco Maurizio Paolozzi che ha auspicato un successo sempre maggiore del Trofeo Città del Castagno, unitamente al Trofeo Santa Corona, e che rimanga nel tempo un appuntamento fisso per tutti gli amanti dello sport a Canepina e nella provincia viterbese.




Facebook Twitter Rss