ANNO 18 n° 328
Villa Rosa, lavoratori senza stipendio
Il segretario generale della Uil Fpl Sambuci: ''Agiremo per vie legali''
03/01/2014 - 15:12

VITERBO – Dipendenti di Villa Rosa ancora senza stipendio. La notizia è stata resa nota dal segretario generale della Uil fpl Angelo Sambuci tramite comunicato ufficiale inviato alla congregazione delle suore ospedaliere, alla Asl, alla Regione Lazio e al Prefetto. 

''Perdurando le gravi criticità economiche – finanziarie che investono il centro, non potrà aver luogo il pagamento della 13^ mensilità relativa all’anno 2013. Questa direzione – si legge nella nota inviata ai lavoratori il 5 dicembre a firma del direttore generale Mario Sesana - si adopererà per poter dar seguito ad un pagamento rateizzato a decorrere dalla retribuzione relativa al mese di febbraio, compatibilmente con il flusso dei pagamenti regionali e locali''.

''È noto a tutte la parti in indirizzo che le relazioni sindacali presso la struttura di Villa Rosa sono state, più o meno letteralmente, devastate dalla gestione della attuale direzione generale, tuttavia senza ombra di dubbio riconducibile anche alle religiose della provincia Italiana, che non è neppure pensabile non tale gestione non stiano condividendo, assumendosene la responsabilità. - si legge nella nota della Uil - È, perciò, del tutto irragionevole aspettarsi dalle organizzazioni sindacali, e comunque dalla nostra, alcun credito di fiducia''.

Il sindacato chiede alla Congregazione i bilanci e gli atti contabili da cui poter – si legge nella nota - ''trarre conferma di questa fantomatica crisi economico-finanziaria, comprendendone le eventuali cause e ragioni. Da parte nostra, in assenza delle prove della sua esistenza, non esiste alcuna crisi economico – finanziaria che possa legittimare alcun pregiudizio o ritardo ai diritti dei lavoratori''.

Se entro 7 giorni la Congregazione non provvederà a corrispondere la tredicesima il sindacato agirà in giudizio a tutela dei diritti dei lavoratori.

 

 




Facebook Twitter Rss