ANNO 20 n° 233
A Barbarano torna la ludoteca
21/03/2012 - 15:36

BARBARANO ROMANO - Sperimentare, conoscere, relazionarsi attraverso il gioco: questi gli obiettivi della ludoteca di Barbarano Romano, che da giovedì 22 marzo animerà gli spazi della scuola elementare del paese. Dopo 10 anni anni, l’iniziativa torna sul territorio per facilitare la trasmissione di conoscenze e organizza attività e per promuovere la crescita del bambino.

La ludoteca sarà attiva tre giorni alla settimana, dal martedì al giovedì dalle 13.30 alle 16.30. L’orario è stato creato in maniera da garantire una continuità con la fascia coperta dalle ore scolastiche, al fine di favorire i tempi di conciliazione di vita familiare. La Ludoteca è un luogo di incontro fra coetanei, in cui trovare giochi e spazi dove, accompagnati dalle educatrici, giocare, leggere, disegnare, recitare…

Ai piccoli saranno offerti di volta in volta spunti e stimoli con un continuo richiamo alla riflessione critica, alla sperimentazione, all’autogestione e allo sviluppo di abilità costruttive, pittoriche-gestuali e relazionali. Le educatrici organizzeranno attività e laboratori con materiali e tecniche diverse. La quota mensile di euro 15 è totalmente coperta dal Comune nel caso in cui il bambino sia iscritto alla scuola elementare di Barbarano. A coadiuvare queste attività, durante il progetto formativo saranno inoltre promosse iniziative in sinergia con i diversi soggetti ed attori presenti sul territorio a partire dalla scuola, ma anche con enti ed associazioni.

Il progetto si pone l’obiettivo di colmare un bisogno richiesto dalle famiglie; lo scopo è quello di creare anche un supporto efficace al lavoro svolto a scuola ma soprattutto quello di insegnare ai ragazzi a gestire i propri impegni e conciliarli con attività ludiche di diverso tipo.

Dopo la paventata chiusura della scuola elementare del paese, che aveva provocato la mobilitazione dei genitori e l’intervento immediato del sindaco del paese, e a seguito della decisione del Tar del Lazio , che ha concesso la sospensiva, L’Amministrazione Comunale ha pensato a questo nuovo servizio per perseguire sempre con maggior forza la politica di sostegno alla famiglia, in collaborazione con quei soggetti, pubblici e privati, che contribuiscono a realizzare progetti e servizi che concorrono al miglioramento della qualità della vita di tutti.

Per questo motivo l'Assessorato alle Politiche Educative, Giovanili e della Famiglia, che ha al centro della propria attenzione i bisogni dei bambini e dei ragazzi, ha valutato prioritario essere al fianco di quelle famiglie che si trovano costretti a conciliare gli impegni lavorativi con quelli familiari con il servizio che garantisce a chi ne ha necessità, il servizio mensa e l’assistenza ai bambini per diverse ore nel pomeriggio.




Facebook Twitter Rss