ANNO 20 n° 115
Arriva a Bomarzo il Festival ''Suona Francese''
L'evento si svolgerà dal 24 marzo al 29 giugno in 38 città italiane
23/03/2012 - 12:31

VITERBO - L’assessore alla Cultura della Provincia di Viterbo Giuseppe Fraticelli, insieme al Console Emerito del Touring Club Viterbo Vincenzo Ceniti ha partecipato ieri, presso l’Ambasciata di Francia, alla conferenza stampa di presentazione della quinta edizione del Festival di Musica “Suona Francese” che interesserà anche la Tuscia.

L’evento si svolgerà dal 24 marzo al 29 giugno in 38 città italiane con oltre 150 concerti che vedranno la partecipazione di trenta conservatori e più di 400 artisti. Si tratta della manifestazione che può vantare il più grande investimento da parte di un paese straniero nel campo musicale. Suona Francese propone una serie di mini rassegne con l’obiettivo di promuovere in Italia la musica moderna e contemporanea francese con una finestra aperta sul Novecento storico e sulla musica jazz. L’evento è stato presentato dall’Ambasciatore di Francia Alain Le Roy, insieme al Consigliere Culturale Jean- Marc Serè-Charlet, all’addetta culturale dell’Ambasciata Sandrine Mini e al direttore artistico del progetto Oscar Pizzo.

La Tuscia ospiterà il concerto conclusivo della rassegna presso il Parco dei Mostri di Bomarzo il 29 giugno alle ore 18,30. Un concerto ispirato proprio ai Mostri, ed eseguito dal gruppo di musica antica francese “Les Lunaisiens” cui farà seguito una esecuzione di opere moderne di Alberto Ginastera compositore argentino di rilevanza internazionale, autore dell’opera lirica “Bomarzo”, che coniuga la musica con le suggestioni del Parco. Proprio Ginasterà è la chiave di volta che ha permesso l’incontro della Provincia di Viterbo con il Festival “Suona Francese”.

Il Console Ceniti, infatti, oltre un anno fa si era fatto promotore di un incontro fra la figlia di Ginastera e gli amministratori provinciali per caldeggiare la riscoperta di questo compositore che ha tanto amato la Tuscia rendendola protagonista delle sue opere. Ceniti poi, grazie all’incontro con Oscar Pizzo direttore artistico di “Suona Francese” cui si è rivolto per propugnare l’organizzazione di un evento dedicato a Ginastera, ha fatto conoscere il Parco dei Mostri agli organizzatori del Festival di musica francese che hanno deciso di sfruttare questo bellissimo patrimonio culturale e naturalistico come location per il concerto conclusivo. Ceniti ha anche ottenuto l’inserimento di un momento musicale dedicato a Ginastera con l’esecuzione di opere curate da Maura Riacci.

L’assessore Fraticelli, su invito dell’addetta culturale dell’Ambasciata di Francia Sandrine Mini e del direttore artistico Pizzo ha portato il saluto della Provincia di Viterbo alla conferenza stampa presso il “Palazzo Farnese” che ha visto la partecipazione dei rappresentanti di numerose testate italiane ed estere.

“E’ un grande onore per la Provincia di Viterbo ospitare l’ultimo spettacolo di questa prestigiosa rassegna musicale, simbolo dell’amicizia che unisce Francia e Italia nel segno della cultura. Il Parco dei Mostri di Bomarzo – ha dichiarato Fraticelli – si sposa perfettamente con il filo conduttore e il tema centrale del Festival “Suona Francese” che vuole coniugare passato e contemporaneità nel nome dell’arte e della musica in particolare. Il Parco, infatti, ha ispirato grandi artisti, primo fra tutti Alberto Ginastera, e ancora oggi è amato ed apprezzato da tanti turisti italiani e stranieri che continuano a trovare, nella suggestività di questo ambiente, lo spunto per opere artistiche. Naturalmente – ha concluso Fraticelli – la Provincia di Viterbo insieme al Touring Club offrirà il supporto massimo per la migliore riuscita della manifestazione”.

Da sottolineare che Suona Francese con i suoi concerti farà tappa in tutta Italia, da Aosta a Noto e che in autunno la stessa iniziativa sarà ripetuta in Francia con il titolo di “Suona Italiano”. Sarà la musica italiana a quel punto ad essere protagonista nelle città d’Oltralpe.




Facebook Twitter Rss