ANNO 21 n° 49
Basket: Defensor chiede strada a Bologna
Le ragazze di Scaramuccia vogliono interrompere il digiuno di vittorie
08/02/2013 - 17:16

VITERBO - Primo di due impegni casalinghi consecutivi per la Defensor che, in questo sabato pomeriggio, riceve la visita della Meccanica Nova Bologna in un incontro valido per la settima giornata di ritorno del campionato di serie A2. In casa gialloblù c’è voglia di interrompere il digiuno di vittorie che dura ormai da oltre un mese, considerando che l’ultimo successo risale al 6 gennaio contro College Italia, e di riscattare la sconfitta dell’andata a Bologna, quando le padrone di casa si imposero per 84-68.

Il quintetto di Maurizio Scanzani, installato stabilmente nella zona playoff sin dall’inizio della stagione, può contare su un organico in cui manca la giocatrice dalle grandissime statistiche, ma in cui ben quattro atlete sono oltre la doppia cifra media per punti segnati. La migliore è Irene Cigliani, guardia/ala classe 1992 che sta viaggiando a 11,7 punti di media ed è anche la più utilizzata dal tecnico con oltre 34 minuti di media sul parquet. Subito dietro di lei ci sono la pivot britannica Dominique Allen (10,9 punti cui aggiunge oltre 7 rimbalzi e quasi 3 recuperi), l’ala del 1995 Sara Crudo (10,2 punti) e la play del 1994 Elisabetta Tassinari (10 punti esatti di media).

Lo starting five della Meccanica Nova è solitamente completato dalla grande ex di questa sfida, Monica Bonafede, aa Viterbo sia con la maglia della Defensor che con quella della Virtus in serie A1. Bonafede sta garantendo 8,5 punti e 6,6 rimbalzi, oltre a tanta energia in difesa, al punto che il tecnico felsineo la tiene in campo ben oltre i 30 minuti per partita. Dalla panchina escono soprattutto la play/guardia Francesca Santarelli e la lunga Alice Nori che costituiscono valide alternative per dare profondità alle rotazioni.

In casa Defensor la marcia di avvicinamento a questa gara è stata caratterizzata ancora una volta da molti dubbi legati alle dieci da portare a referto. Di sicuro c’è l’assenza di Boi, frenata da problemi lavorativi che le impediranno di essere a Viterbo, ed è molto difficile anche il recupero di Cristina Baiocco, ferma da alcune gare a causa di un problema al ginocchio e destinata con ogni probabilità a rimanere fuori dalle dieci anche questa volta.

Un grosso punto interrogativo riguarda le condizioni di Martina Rejchova, in campo solo metà partita nella sconfitta di Battipaglia per problemi muscolari ad un polpaccio e ferma tutta la settimana. Anche Romagnoli e Nosella si sono sottoposte a fisioterapia per l’intera settimana, partecipando solo alla seduta di rifinitura, ma coach Scaramuccia chiederà ad entrambe di stringere i denti e andare in campo.

La palla a due è prevista alle 18,30 e gli arbitri saranno i signori Leonardo Solfanelli di Livorno e Marco Piram di Rosignano Marittimo (LI)




Facebook Twitter Rss