ANNO 21 n° 49
Basket: Defensor si arrende a Salerno
Pur portando quattro giocatrici in doppia cifra, la gialloblù cadono (79-62)
24/02/2013 - 18:18

Carpedil Ipervigile Salerno – Defensor Viterbo 79 – 62

Salerno Buzzanca 18 (5/8,1/2), Dentamaro, Fereoli (0/1), Bona 4 (1/6), Potolicchio 9 (3/3,0/1), Gaglio 16 (8/12), D’alie 22 (6/9,3/6), Miccio 8 (1/2,2/4), Ardito 2 (1/3), Frascolla. All. Salineri

Defensor Boi 7 (2/4,1/2), De Fraia 3 (0/1,1/1), Romagnoli 11 (3/4,1/2), Manzotti 14 (6/16,0/4), Nosella, Bernardini 2 (0/2,0/2), Seralessandri (0/1), Rejchova 13 (4/10), Serafini 2 (1/2,0/1), Spirito 10 (5/8,0/2). All. Scaramuccia

Arbitri Nando Bulzoni e Gregorio Cannoletta di Caserta

Note Tiri liberi Salerno 11/12, Defensor 11/13. Rimbalzi Salerno 39 (D’alie 12), Defensor 27 (Rejchova 8). Parziali 10’ (22-10), 20’ (41-26), 30’ (67-47). Uscita per 5 falli Manzotti (Defensor)

VITERBO - Pur portando quattro giocatrici in doppia cifra, la Defensor cade in maniera netta a Salerno, trovandosi davanti una squadra capace di tirare con percentuali incredibili sia dal campo (57% da due e 46% da tre) che dalla lunetta (quasi il 92%) e con una D’alie addirittura in tripla doppia considerando anche i dieci assist serviti alle compagne.

Il team viterbese, privo di Baiocco e Scoscia, con Boi in campo ma a corto di allenamenti e altre tre giocatrici come Rejchova, Spirito e Bernardini recuperate in extremis, si trova costretto ad inseguire sin da subito. La coppia composta dall’italo-americana D’alie e da Mara Buzzanca si dimostra imprendibile per la difesa gialloblù, le padrone di casa segnano a ripetizione mentre la Defensor prova ad andare dalle sue giocatrici più rappresentative ma non riesce a ricavarne grosso profitto.

Il primo periodo si chiude con le campane avanti già in doppia cifra, coach Scaramuccia cerca di trovare qualche buona risposta dalla panchina con Boi ma l’attacco della Carpedil è micidiale sia vicino a canestro, in particolare con Gaglio, sia dal perimetro.

La musica non cambia nel terzo periodo, anzi il divario si allarga con D’alie che segna e fa segnare le compagne; il +20 delle salernitane con dieci minuti rimasti da giocare rappresenta più che una garanzia sulla vittoria, così entrambi i tecnici decidono di concedere spazio sul parquet anche alle giocatrici più giovani.

Nel prossimo turno, in programma sabato 2 marzo, la Defensor tornerà al PalaMalè per affrontare la quotata compagine della Saces Dike Napoli.




Facebook Twitter Rss