ANNO 18 n° 204
Carbonizzata e sepolta sotto le macerie
Angela Costantini, la 67enne che ha perso la vita nel rogo divampato
ieri, forse stava tentando di scappare dalle fiamme ma non ha fatto in tempo
12/02/2016 - 10:20

CAPRANICA – I vigili del fuoco hanno trovato Angela Costantini sull’uscio di casa, sotto una tettoia, già morta e sepolta dalle macerie. E' morta così, la 67enne rimasta vittima del rogo scoppiato ieri mattina nella sua abitazione. Probabilmente stava tentando di uscire per sfuggire alle fiamme che, per cause ancora da accertare, ieri mattina, dopo le 9.30, hanno avvolto la sua villetta di via Caporipa, tra Capranica e Sutri, ma non ha fatto in tempo.

 

La signora, infatti, secondo quanto si è appreso, aveva problemi deambulatori. E nessuno, poi, ha potuto aiutarla, perché viveva da sola. O meglio con diversi cani, tutti sopravvissuti al rogo, nonostante sulle prime si pensasse che alcuni di loro non fossero scampati all’incendio.

 

I soccorsi, per quanto tempestivi, si sono rivelati inutili. All’arrivo dei vigili, e poi del personale sanitario del 118 con l’eliambulanza, la donna era già morta, sepolta sotto un cumulo di macerie. Impossibile, al momento, stabilire con certezza le cause dell’incendio. Era tutto bruciato. Secondo le prime informazioni raccolte, e come è evidente anche dalle fotografie della villetta, di roba accumulata, quindi distrutta dalle fiamme, ce ne era tantissima in casa. Sul posto anche il medico legale e i carabinieri della stazione di Capranica e del Norm di Ronciglione.




Facebook Twitter Rss