ANNO 18 n° 145
Corpo congelato trovato da una badante
La misteriosa morte di Rossana Bramante: emergono nuovi dettagli
Le indagini potrebbero arrivare presto ad individuare le cause. Venerdì autopsia
01/03/2016 - 10:47

RONCIGLIONE – Sarebbe stata la badante del fratello a fare la macabra scoperta aprendo il congelatore: un corpo di donna, la 71enne Rossana Bramante, avvolto in un sacchetto dell’immondizia, dentro il congelatore. Integro, non fatto a pezzi.

 

Se si sia morta per cause naturali o in seguito ad un atto violento, un omicidio, lo stanno accertando gli inquirenti, in un’indagine sulla quale si mantiene il più stretto riserbo ma che potrebbe avere un esito già nelle prossime ore. Anche prima dell’esame autoptico, fissato per la seconda parte della settimana, forse venerdì: una conferenza stampa è stata annunciata – a livello informale – come imminente.

 

Gli elementi raccolti in loco, e poi anche attraverso le testimonianze raccolte (un familiare della donna sarebbe stato interrogato a lungo, ma anche in questo caso nessuna conferma), avrebbero portato gli investigatori su quella che ritengono la strada giusta per la soluzione del caso.

 

Domenica, dopo il ritrovamento del corpo nel congelatore di un locale al piano terra dell’abitazione in via dell’Ospedale consorziale (l’ingresso al quale sono stati imposti i sigilli è sul retro, invisibile dalla strada), sono stati avvertiti immediatamente i carabinieri. Rossana Bramante abitava a Ronciglione da qualche anno, in precedenza viveva in un centro in provincia di Roma, er invalida civile. Ma in paese non la conosceva nessuno, neanche gli altri condomini della palazzina. È possibile che fosse morta già da tempo, ma anche questo – come le cause del decesso – cercherà di accertarlo l’esame autoptico.

 

Ronciglione si interroga su quali possano essere state le cause di questa fine orribile. Quella è una via molto trafficata, perché conduce direttamente all'ospedale Sant'Anna. Accanto alla casa della vittima, poi, c'è anche una Rsa, una residenza sanitaria assistenziale, forse la stessa dove è ricoverato il fratello di Rosanna, da tempo in clinica.




Facebook Twitter Rss