ANNO 19 n° 291
''I Promessi Sposi'', entusiasmo per il musical degli studenti dell'Alberghiero
Applausi a non finire alle Scuderie Farnese
20/12/2013 - 09:54

CAPRAROLA - “Questo spettacolo dimostra ancora volta che questa scuola è una vera risorsa per il territorio. I ragazzi sono stati davvero bravi e vedo con piacere che possono eccellere sia nella ristorazione, che è il loro campo, sia come attori”. Eugenio Stelliferi, sindaco di Caprarola, commenta così “I Promessi sposi. La storia di un grande amore”, il musical preparato dagli studenti dell’Ipseoa (Istituto Alberghiero) 'Alessandro Farnese' di Caprarola. Sotto la regia e la direzione del professor Aldo Bellocchio, è andata in scena una divertente riedizione del capolavoro manzoniano, che ha strappato applausi alle persone presenti alle Scuderie Farnese. “Ci avete fatto ridere - ha detto Stelliferi ai ragazzi - ma ci avete fatto anche piangere, dedicando lo spettacolo al nostro grande amico Roberto Carassai, collaboratore scolastico, scomp arso tre mesi fa. Anzi, sono felice che abbiate deciso di ribattezzare in suo nome la compagnia teatrale. Non è il primo spettacolo che fate, e ogni anno crescete sempre più. Un grazie a tutti i professori, a partire dalla dirigente scolastica Andreina Ottaviani e al professor Bellocchio, perché oltre a dei professionisti nella ristorazione e nell’accoglienza ci sanno regalare anche ragazzi attenti all’impegno sociale. E grazie soprattutto ai ragazzi per il loro impegno”.

“Sono cinque anni che ormai sono qui - ha detto la dirigente scolastica Andreina Ottaviani - e mi rendo conto ogni giorno che passa di come siamo davvero una grande famiglia. C’è affiatamento tra i ragazzi e i professori, tra colleghi, c’è quel clima che porta a risultati importanti: credo che questo messaggio sia passato all’esterno, come dimostrano anche le iscrizioni. Ogni anno mi dico che è impossibile superare lo spettacolo dell’anno precedente, e invece mi stupisco sempre. Un grande grazie ai ragazzi che sono il vero patrimonio di questa scuola”.

 




Facebook Twitter Rss