ANNO 21 n° 26
Ilco ritrova Cagliari: dolci ricordi
Torna al Palamalè (ore 15,30) una sfida che ha infiammato la stagione passata
26/10/2014 - 12:13

VITERBO - E' pronta a scendere in campo la Stella Azzurra che è attesa alla sua seconda gara casalinga, questa volta opposta all'Olimpia Cagliari, con la quale ha già l'anno scorso incrociato più sfide, tra le quali quella che condusse i biancostellati alla semifinale playoff dopo aver battuto proprio i sardi in quel di Cagliari.

Anche in questa occasione la gara non si presenta certo facile perché gli isolani vogliono conquistare i primi due punti della stagione e verranno a Viterbo con spirito di rivalsa e decisi a cancellare lo zero dalla propria classifica, tra l'altro potendo contare sul recupero di qualche uomo importante. Sul fronte locale anche Cipriani recupera Fogante, mentre Meroi tornerà ad allenarsi dalla prossima settimana, recuperato dall'infortunio al tendine.

In settimana il coach viterbese ha particolarmente insistito sulla necessità di mantenere alta la concentrazione per tutta la gara non regalando giocate ed iniziativa agli avversari, dato che questa categoria non permette distrazioni e Cagliari non sarà disponibile a perdonarle, vista la grande esperienza della sua squadra, composta da giocatori come Putignano, Ganguzza, Mastio, Villani, Sanna, che certo hanno dalla loro battaglie importanti su tanti parquet.

La Ilco potrà certo contare sulla forza agonistica di Meschini che sta rientrando a pieno negli schemi dei compagni, sulla crescita continua di Marcante e sulle certezze rappresentate da Rossetti, Chiatti e Cecchetti. Ma molto bene potranno fare anche Rovere che con il supporto di Rogani, Brunelli, Manetti e Fogante daranno il massimo, così come chiesto dal coach, per portare a casa due punti che sarebbero pesantissimi.

Si giocherà alle 15.30, in anticipo rispetto all'orario solito delle gare al PalaMalè, per permettere ai cagliaritani di poter tornare in serata in Sardegna. Arbitreranno l'incontro i signori Luca Bellucci di Livorno e Giulio Giovannetti di Firenze.




Facebook Twitter Rss