ANNO 21 n° 26
La Terra di Tuscia infila un'altra perla
Supera (55-69) la Dynamic Venafro e rimane terza in classifica
16/11/2015 - 10:43

DYNAMIC VENAFRO - TERRA DI TUSCIA VITERBO 55-69

Dynamic Venafro: D'Amico 3, Tamburrini 14, Fossati 11, Cardarelli 6, Chiari 13, Durante 1, Cancelli, Capuano 4, Brusello 3, Montanaro. Coach: Mascio

Terra di Tuscia Viterbo: Peroni 23, Cianci 2, Mathlouthi 9, Marsili 6, Giancarli 12, Marcante 10, Meroi, Ndiaye, Rovere 7, Piacentini. Coach: Fanciullo

Arbitri: Borrelli e Napolitano

VITERBO - Un'altra perla. La Terra di Tuscia continua a volare alto e supera di slancio l'ostacolo Venafro con un'altra prova di grande carattere. Niente vertigini, anzi l'aria di alta classifica fa bene alla truppa viterbese che impone subito i suoi ritmi e il suo gioco alla squadra molisana. Sicuramente coach Fanciullo avrà qualcosa da rimproverare ai suoi per il finale un po' molliccio, ma quando si sta sopra di 19 punti ad un paio di minuti dalla sirena finale, un certo qual calo di concentrazione può essere pure concesso.

 

La Stella Azzurra marca il sesto centro stagionale: risultato di assoluto rilievo se solo si pensa alle difficoltà e alle ambasce della stagione scorsa. E con 8 gare giocate, i punti in classifica sono già gli stessi di quelli conquistati nell'intero campionato passato: non è un risultato da poco, anzi. Strepitosa la prova di Michele Peroni, autore di un primo tempo da incorniciare, caratterizzato pure da 3 bombe consecutive e da percentuali complessive di assoluto valorem (3 su 3 da 2, 5 su 11 da 3 e anche due liberi su altrettanti tentativi, 4 rimbalzi e un assist, 3 palle perse e 5 recuperate: mica male). Fanciullo fa giocare tutti i gli uomini a referto, come era accaduto domenica scorsa, e anche questo è un segnale importante che dà fiducia al gruppo e responsabilizza tutti.

 

Una nota di merito particolare per Valerio Marsili che si è svegliato immobilizzato nel letto da una contrattura. Il fisioterapista Simone Di Serio con un primo intervento lo ha rimesso in piedi, ma alla partenza da Viterbo le chances di giocare sembravano ridotte al classico lumicino. Arrivato in Molise ci ha pensato l'altro fisioterapista Valentino Boneddu con due ulteriori massaggi e una pomata che definire miracolosa è proprio il minimo, a permettere al pivot di scendere di campo e di fare comunque un'ottima gara.

 

Match mai in discussione. Venafro mette il naso davanti solamente un volta nel primo parziale, ma poi Viterbo ingrana una marcia decisamente superiore e il margine si allarga progressivamente fino a raggiungere anche le 20 lunghezze. Soddisfatto coach Fanciullo: 'Atteggiamento giusto e ottima prestazione. Un difetto? Siamo stati discontinui in certi frangenti...'. Il solito incontentabile Umberto...

 

Domenica si torna in casa: al PalaMalé arriva Scauri che ha superato Catanzaro. A proposito, last but not least, la Terra di Tuscia resta terza in classifica a pari punti con Cassino e Palestrina. Così, tanto per gradire...

 

I RISULTATI

 

Stella Azzurra Roma - Eurobasket Roma 51 - 91

 

Fondi - Luiss Roma 92-97 (dts)

 

Empoli - Palermo 62 - 51

 

Scauri - Catanzaro 77 - 66

 

Venafro - Terra di Tuscia 55 - 69

 

Scafati - Palestrina 89-72

 

Isernia - Cassino 78 - 106

 

Napoli - Maddaloni 85 - 50

 

LA CLASSIFICA

 

Eurobasket Roma 16

 

Napoli 14

 

Terra di Tuscia, Cassino, Palestrina 12

 

Palermo, Catanzaro 10

 

Empoli, Luiss Roma 8

 

Scauri, Scafati 6

 

Isernia, Fondi, Stella Azzurra Roma 4

 

Maddaloni e Venafro 2




Facebook Twitter Rss