ANNO 19 n° 353
Le Terme dei papi: ''Acqua insufficiente''
Inviata una lettera al Comune per segnalare le difficoltà insorte alla ''callara''
05/12/2014 - 04:00
di Roberto Pomi

VITERBO - Collasso del Bulicame, Terme dei Papi scrivono al Comune di Viterbo per fare presente la propria difficoltà a prelevare poca acqua dalla “callara”. Intanto la situazione all’interno del parco termale sembra essere lievemente migliorata. L’attivazione della pompa ha permesso di rifornire il vascone dove risiede il rospo smeraldino, mentre le piscine restano ancora inutilizzabili.

Il sindaco Leonardo Michelini ha firmato un’ordinanza con cui dispone il ripristino delle condizioni del pozzo San Valentino, così come erano prima della falla determinatesi con i recenti lavori. Intanto un’ingente quantità d’acqua termale continua a riversarsi all’interno del fosso “Madonna dagli occhi bianchi”. Una dispersione che sembra destinata a dover durare ancora una decina di giorni, fino a quando le condizioni del tempo non renderanno possibili i lavori di sistemazione.

La vicenda della falla del pozzo San Valentino, causa del collasso della “callara” del Bulicame, ha creato diverso scompiglio in città. Un fatto che ha mostrato a pieno la fragilità del bacino termale, un bacino unico dove qualsiasi azione rischia di compromettere l’equilibrio delle sorgenti.




Facebook Twitter Rss