ANNO 19 n° 230
Perinelli: Comportamento banche inspiegabile
La segretaria generale della Cgil sulla mancata anticipazione della Cigs
10/07/2013 - 17:19

Riceviamo e pubblichamo

''In una situazione di drammatica crisi occupazionale come l’attuale gli Istituti di Credito viterbese latitano nel venire incontro a chi sta peggio, i lavoratori in CIG Straordinaria. L’accordo siglato con la Provincia contestualmente alle parti sociali e l’ABI non ha scaturito nessun effetto relativamente ad una risposta di aiuto alle tantissime persone che faticano ad andare avanti. Il titolo dato a questo accordo non a caso è ANTICIPAZIONE SOCIALE. per significare che tutti gli attori sociali del territorio sarebbero stati impegnati in questo patto di solidarietà. L’accordo prevede che la Provincia si accollerà i costi, per 120 mila euro, dell’apertura del conto corrente, su richiesta del lavoratore, prevede inoltre che siano documentate tutte le procedure e il diritto da parte del lavoratore alla indennità di CGIS, quindi senza alcun rischio. Gli Istituti di Credito, rappresentati dall’ABI che ha firmato per tutti gli Istituti di Credito, in questa occasione hanno veramente dato una brutta immagine di se, peggio ancora di quello che è il pensiero comune verso di loro. Soltanto due Banche hanno aderito ed inoltre con condizioni sfavorevoli per il lavoratore costretto a rinunciare all’anticipo dei propri soldi, soldi che per motivi a lui non imputabili, tarda a ricevere. Auspichiamo pertanto che le Banche viterbesi, si ravvedano, e partecipino a questo patto per la solidarietà''.

Miranda Perinelli – Seg. Gen.le CGIL Viterbo




Facebook Twitter Rss