ANNO 21 n° 26
Trecento volontari per gli Special Olympics
Contatti tra scuole e organizzatori; i giochi si terranno dal 21 al 26 giugno 2013
10/10/2012 - 11:32

VITERBO – Trecento volontari. Per rendere davvero speciali i giochi di nuoto che si terranno a Viterbo dal 21 al 26 giugno 2013, il comitato organizzatore degli Special Olympics di nuoto insieme ai dirigenti scolastici di alcuni istituti superiori viterbesi si è posto questo obiettivo. C’è stato un contato con tre dirigenti scolastici: l’Istituto tecnico commerciale statale “Paolo Savi”, l’Istituto magistrale statale “Santa Rosa” e l’Istituto di istruzione superiore “Francesco Orioli”.

I dirigenti scolastici dei tre istituti (Maria Patrizia Gaddi, Maria Teresa Maffucci e Luigi Valente) hanno accolto la richiesta di collaborazione del Comitato per organizzare un percorso di formazione degli alunni rivolto alle attività di volontariato connesse allo svolgimento dei giochi. Il percorso prevede due incontri di formazione e successivi approfondimenti per alcuni particolari settori. Nei prossimi giorni anche altri istituti superiori del capoluogo della Tuscia saranno interessati al progetto, con l’obiettivo di arrivare alla formazione, appunto, di 300 volontari da impiegare nelle molteplici attività connesse ai giochi.

Il direttore regionale di Special Olympics Italia Stefania Cardenia, con il presidente dell’associazione “Sorrisi che Nuotano Eta Beta” Maurizio Casciani e i componenti del Comitato organizzatore dei giochi, hanno anche aperto una serie di incontri con le varie realtà del volontariato viterbese che hanno confermato la loro disponibilità per contribuire alla riuscita dell’evento che si svolgerà in collaborazione con prefettura, Amministrazione regionale, provinciale e comunale, Coni, Fin (federazione italiana nuoto), enti di promozione sportiva e scuole.

Poi è stata la volta del colloquio con vescovo di Viterbo, monsignor Lino Fumagalli che, nel rivolgere agli organizzatori i migliori auguri per la riuscita della manifestazione, ha confermato la vicinanza della diocesi alle attività rivolte ai nostri ragazzi speciali.

Partner ufficiale dei giochi e fan di Special Olympics anche il Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa (la sera del trasporto avevano legato al polso un laccio rosso che ricorda la manifestazione) hanno indossato che, tramite il presidente Massimo Mecarini, ha garantito l’impegno dell’intero sodalizio alla riuscita della manifestazione, e che vedrà i facchini di Santa Rosa protagonisti dell’evento già a partire dalla cerimonia di apertura di sabato 22 giugno.

Grande disponibilità è stata garantita anche da Enzo Palmisciano, presidente di “Viterbo con Amore” che sarà partner ufficiale di Special Olympics Italia nei Giochi e con cui è stata avviata una significativa collaborazione che vedrà giovani Atleti speciali esibirsi in occasione della “Città a Colori” del prossimo anno. Infine, anche le organizzazioni scout, con i capi storici Gianni Quatrini e Sebastiano Arduini, confermando la disponibilità e generosità del loro movimento, hanno garantito un sostegno all’iniziativa e l’impegno a collaborare nella delicata opera di coordinamento dei volontari.




Facebook Twitter Rss