ANNO 18 n° 325
Tremila studenti di Viterbo alla Coca Cola Cup
Il programma ludico educativo giunto quest'anno alla III edizione
15/04/2014 - 09:41

VITERBO – Al via la 3° edizione di Coca-Cola Cup, il programma ludico-educativo rivolto agli studenti delle prime due classi degli Istituti Secondari di Secondo Grado e che coinvolgerà quasi 3mila ragazzi viterbesi, nato per promuovere tra le giovani generazioni uno stile di vita sano e attivo. Giunto alla sua 3° edizione, il programma Coca-Cola Cup - Get Active costituisce un’eccezionale occasione di esprimersi praticando, nel gioco e nello studio, i più importanti valori del calcio: inclusione sociale, integrazione di culture, sano agonismo, fair play, rispetto delle regole, disciplina.

 

Con l’ausilio del kit didattico, i ragazzi si cimenteranno in una prova creativa di classe sull’importanza di praticare uno stile di vita sano e attivo e sui valori del calcio come strumento di integrazione ed inclusione, e in un torneo amatoriale di calcio a cinque. Le scuole selezioneranno, con partite interne, le squadre maschili e femminili che rappresenteranno il loro Istituto alla fase provinciale e in seguito a quella regionale, che saranno disputate a gironi e ad eliminazione, fino alla finalissima nazionale.

 

“Il contributo di NFI al progetto Coca-Cola Cup si basa sul principio che è l’educazione lo strumento principe per incoraggiare i giovani ad adottare uno stile di vita sano e attivo, seguendo un’alimentazione equilibrata e praticando regolare attività fisica” - ha dichiarato Andrea Poli, Direttore Scientifico Nutrition Foundation of Italy -“È importante ricordare che, in uno stile di vita appropriato, nessun alimento è vietato. Buoni o cattivi non sono i cibi, ma gli stili di vita: ce ne sono di sani e di poco sani”.

 

'Anche per l'anno in corso ho avuto l'onore di fornire il mio contributo medico scientifico a Coca-Cola Cup, progetto culturale e sportivo, giunto alla terza edizione, che ancora ritengo molto importante nelle sue finalità di informazione, divulgazione e diffusione di corretti messaggi in tema di prevenzione ed educazione alla salute, particolarmente nelle fasce più giovani della popolazione' - ha affermato il Prof. Francesco Maria Manozzi, docente dell'Università Tor Vergata di Roma, membro del Gruppo Nazionale di Lavoro Sport del MIUR e responsabile Area Salute e Sport UPKL-EU.

 

L’edizione 2014 prevede il coinvolgimento di cinque Regioni: Sicilia, Lombardia, Campania, Lazio e Veneto.

 

“Dopo il successo delle scorse due edizioni, siamo davvero entusiasti di essere riusciti quest’anno ad ampliare il raggio di azione del nostro progetto a 5 regioni, per un totale di 150.930 studenti coinvolti. Il calcio rappresenta un mondo fatto di sano agonismo, di rispetto per se stessi e per gli altri e soprattutto di inclusione. Sono questi i valori dei quali ci vogliamo fare portavoce e che intendiamo diffondere tra le nuove generazioni” - ha dichiarato Giangiacomo Pierini Comitato Organizzatore Coca-Cola Cup – “La concomitanza con il campionato mondiale di calcio rende ancora più denso di significato questo nostro progetto, che rappresenta la declinazione italiana e giovanile dello spettacolo che si disputerà in Brasile il prossimo giugno”.

 

L’edizione 2014 vedrà la partecipazione di 328 scuole laziali, di cui 28 di Viterbo, e 32.010 studenti, 2.760 viterbesi, con la distribuzione di 1.067 kit; i migliori lavori selezionati dalla giuria, saranno premiati con una dotazione di materiali sportivi per l’Istituto.

 

Sono invece 129 le squadre che si sfideranno nei tornei provinciali, di cui 104 maschili e 25 femminili, ai quali parteciperanno in totale 1.290 calciatori laziali.

 

Conclusa la fase provinciale del torneo di calcetto, le migliori squadre laziali avranno accesso alla fase finale, che vedrà le squadre rappresentative delle 5 regioni coinvolte giocarsi il titolo di campioni. I vincitori del torneo nazionale (maschile e femminile) parteciperanno a Coca-Cola Cup Camp, un campus educativo sportivo dove i ragazzi sperimenteranno movimento, integrazione e divertimento nel nome del gioco più famoso al mondo, il calcio.

 

Coca-Cola Cup quest’anno, data la coincidenza con il mondiale brasiliano, raccoglie e integra nello svolgimento del percorso le iniziative aziendali dedicate all’evento, di cui Coca-Cola è partner ufficiale dal 1978, in particolare #tuttisulcampo: gli studenti delle scuole coinvolte, inviando una loro foto, potranno partecipare alla realizzazione della bandiera mosaico più grande al mondo che sarà svelata nella cerimonia d’apertura dei giochi allo stadio Maracanà per testimoniare, attraverso i sorrisi dei ragazzi, che la Coppa del Mondo è #lacoppaditutti.

 

Coca-Cola Cup, nelle due precedenti edizioni, ha coinvolto oltre 160mila studenti: un risultato che il programma raddoppierà in questa edizione.

 

Da sempre Coca-Cola in Italia investe risorse nella promozione della pratica sportiva e in generale di uno stile di vita sano e sostenibile. Con queste finalità, parallelamente a Coca-Cola Cup, Fondazione Coca-Cola HBC Italia ha dato il via all’iniziativa Fabbriche Aperte aprendo alle scuole i suoi stabilimenti in un percorso educativo-esperienziale per far scoprire ai ragazzi, attraverso la visita alle linee produttive dell’azienda, la quotidianità del suo impegno, responsabile e fattivo, verso la collettività in cui opera. Il progetto, avviato nel 2013, ha ospitato ad oggi, presso il plant di Oricola (Aq), quasi 2.000 ragazzi tra studenti laziali ed abruzzesi.

 

Per informazioni: www.coca-colacup.it




Facebook Twitter Rss