ANNO 18 n° 232
Viterbese, 5mila euro all'ex Saraniti
La condanna della commissione accordi economici. Mercato: un portiere
13/01/2016 - 10:30

VITERBO - Viterbese nel mirino della commissione accordi economici della Lega nazionale dilettanti. Anzi, condannata a pagare 5mila euro all'ex giocatore Andrea Saraniti (nella foto). Così è stato ufficializzato ieri nel comunicato ufficiale della stessa commissione, che ha messo nero su bianco la pendenza nei confronti dell'ex attaccante (ora in forza alla Vibonese, sempre in serie D, e a lungo corteggiato dai gialloblu anche nella sessione invernale del mercato: ''Somma da pagare - si premette nel comunicato - così come da accordi economici ritenuti validi e vincolanti''. Il sodalizio di via della Palazzina ha 30 giorni di tempo per ottemperare in un deferimento alla Commissione disciplinare che poi potrebbe decidere eventuali sanzioni sportive, per esempio una penalizzazione in termini di punti.

 

Situazione questa, che vede coinvolte diverse società di serie D, tra cui l'Arzachena, squadra che insieme ai gialloblu sta lottando per i primi posti nel girone G e notizia che di riflesso interessa anche a Grosseto e Rieti. Per i sardi si parla di una ammenda più ingente: 19mila euro. Una somma importnate per una società costruita soprattutto sui giovani e che sarà chiamata ad uno sforzo per non incappare in sanzioni e veder andare in fumo quanto fatto di buono fino ad oggi.

 

La squadra. Per due giocatori che rientrano dalla squalifica, c'è ne un altro che si ferma per infortunio e un ultimo che non riesce a vedere la luce fuori dal tunnel. La Viterbese che ha ripreso a correre ieri pomeriggio al Rocchi dopo la bella cinquina rifilata domenica all'Albalonga, valsa il secondo posto in classifica a – 1 dalla nuova capolista Grosseto, non può vedere il bicchiere pieno fino all’orlo. Dalla trasferta sui Castelli Romani, infatti, è tornato un Emilio Dierna con un sospetto stiramento. Il difensore, che già era uscito malconcio dalla battaglia contro l'Ostia Mare nel match vinto il giorno dell'Epifania, si sottoporrà nella giornata odierna a delle visite specifiche che potranno dire qualcosa in più sull’entità e le possibile tempistiche. Sembra però quasi certa la sua assenza almeno per il prossimo match casalingo contro il San Cesareo.

 

Partita dove rientrerà il centrocampista Nuvoli, che ha scontato i due turni di squalifica per il rosso diretto rimediato ad Arzachena, e il regista Belacastro, fermato per somma di ammonizioni dopo la gara contro l'Ostia. Due buone notizie per il tecnico Federico Nofri, che riportano quantità, anche se le ''alternative'' si sono dimostrate valide, e qualità.

 

Ancora fermi ai box, invece, il centrocampista Matias Cuffa, ieri a parte, e l'attaccante Matias Vegnaduzzo. E qui arriva la seconda tegola. Le buone notizie arrivate dopo le ulteriori analisi svolte sul Tanque sembravano preludere ad un rientro in tempi brevi. Ma il ginocchio dell'argentino continua a fare i capricci, il dolore persiste e al momento non è possibile dare un tempistica certa sul suo possibile ritorno in campo. Proprio per questo piccolo giallo, si è tornato a parlare dell'arrivo di un attaccante, che a questo punto dovrrebbe però essere pescato soltanto tra gli svincolati o dalla Lega Pro.

 

Più fondato l'ingaggio di un altro portiere, sempre under, magari in arrivo da una società di serie A: già oggi in allenamento potrebbe essercene qualcuno in prova. Proprio alla ripresa degli allnamenti il patron Piero Camilli, presente al Rocchi, si è allungo trattenuto con il direttore sportivo Vincenzo Minguzzi e il tecnico Nofri, preludio, forse, a qualche imminente colpo di mercato.

 

La Viterbese tornerà in campo oggi per una doppia seduta, che verrà svolta in mattinata al Rocchi e nel pomeriggio nella scuola Sottoufficiali della Sas.




Facebook Twitter Rss